13/04/21
Matteo Renzi Enews

Enews 698, martedì 13 aprile 2021

L'Enews della settimana.                         

Clicca sul banner per Iscriverti a Italia Viva!


Buongiorno e buona settimana! 

Ormai da un anno stiamo ripetendo: prima sconfiggiamo il virus, poi facciamo chiarezza su ciò che è accaduto.

Per sconfiggere il virus dobbiamo imparare a conviverci per un po', dicevamo un anno fa, diciamo oggi, temo che lo diremo ancora per qualche mese.

A) Servono vaccini. Con un piano serio, non con le pagliacciate del passato pensate solo per i Tg. Il piano serio è quello del Generale Figliuolo, meno male che finalmente è arrivata una persona in gamba e determinata. La pagliacciata era la propaganda televisiva del camioncino con il vaccino seguito minuto per minuto ma contenente solo piccole dosi mentre gli altri paesi si rifornivano. Una logica da Grande Fratello, che ha imperversato per anni anche nella comunicazione istituzionale di questo Paese e che adesso - per fortuna - è sparita, se Dio vuole. Servono i vaccini, stanno arrivando, utile produrre in Italia, specie pensando che la sfida non si vincerà definitivamente domattina. Il vaccino è libertà con buona pace dei NoVax (molti meno del passato fortunatamente).

B) Servono farmaci monoclonali. Lo dice da mesi il professor Rappuoli, lo ripetono in tanti. Ottima l’intervista del professor Bassetti di Genova. Servono farmaci. E la ricerca sui monoclonali sarà molto utile nei prossimi 20 anni, non solo contro il Coronavirus.

C) Serve investire sulla sanità. Il piano di Italia Viva Sanità 2030 segna la vera svolta su questi temi. Come già accaduto per infrastrutture e Family Act - ma anche su Industria 4.0 o unioni civili - prima ci fanno i sorrisini dietro, poi ci danno ragione. Servono 30 miliardi subito sulla sanità, ci sono milioni di malati di altre patologie che stanno soffrendo i problemi di un sistema sanitario che è fisiologicamente ingolfato. Con Annamaria Parente e Lisa Noja daremo vita a un evento di presentazione del piano Sanità 2030, all'interno de "La Primavera delle Idee" venerdì prossimo alle 18.30. Potete iscrivervi qui.

D) Serve una commissione di inchiesta per capire chi ha sbagliato in questo lungo anno sulle mascherine, sui ventilatori, sugli acquisiti dalla Cina. Da un anno dico che, finita l’emergenza, occorrerà fare chiarezza per rispetto verso le famiglie che hanno sofferto per il Covid. Penso che nelle prossime settimane dovremo calendarizzare in Senato una discussione su questi temi. Ciò che sta emergendo da alcune coraggiose inchieste giornalistiche fa molto riflettere.



Pensierino della sera. In casa Pd, autorevoli ex guru iniziano a sostenere che il Governo Conte sia caduto per un (immancabile) complotto internazionale. Quindi non era colpa di un uomo solo, folle, di nome Matteo Renzi, come ci hanno raccontato per giorni a reti unificate. Dicono, dunque, ci sia stato un complotto internazionale. E sembrano persino crederci. Ho scoperto in questi anni che molti chiamano "complotto internazionale" semplicemente la propria incapacità di fare politica.

 

 
 
Un sorriso,



P.S. Nonostante tutti gli attacchi che riceviamo (Report e "il Fatto Quotidiano" sono riusciti a confezionare un presunto scoop che ha fatto indignare persino un nostro avversario politico come Guido Crosetto di Fratelli d’Italia), ci sono migliaia di persone che si stanno avvicinando a noi con "La Primavera delle Idee", con le iscrizioni, con le micro donazioni. Grazie! È un onore essere uno di voi!