Infrastrutture donne primavera delle idee

Primavera delle Idee: un ospite d'eccezione e tanti spunti interessanti

Report dagli eventi del 18 maggio 2021.

Ancora una giornata ricca di spunti e riflessioni, con in più un'ospite d'eccezione, per la “Primavera delle idee”, iniziativa di ascolto e confronto, con incontri quotidiani, lanciata da Matteo Renzi, l'Assemblea Nazionale #004. 

Sono stati 5 gli appuntamenti svoltisi ieri, entro la la nostra iniziativa che, ormai, ha superato i 280 eventi programmati e svolti.

Il pomeriggio di martedì 18 maggio si è aperto con una iniziativa dedicata alle donne, che ha visto la presenza di un'ospite importante: accanto alla Ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità, Elena Bonetti, e al parlamentare Iv Marco Di Maio, "la Primavera delle Idee" ha ospitato Maria Grazia Cucinotta, attrice e produttrice, una donna che al talento artistico affianca la passione civile e l'impegno per le politiche di genere.

Le donne - è stato spiegato durante il dibattito - hanno retto sulle proprie spalle un anno di crisi sanitaria ed economica, durante il lockdown dovendosi dividere fra “lavoro agile”, didattica a distanza dei figli, cura degli anziani e della casa. A dicembre i dati dell’Istat hanno messo nero su bianco la situazione: la gran parte delle persone che hanno perso il lavoro in Italia sono donne. Il 98 per cento dei posti andati perduti a dicembre erano occupati da donne, impegnate nei settori più colpiti dalla crisi come il terziario, il turismo, la cultura, perlopiù con partite Iva, contratti precari e a tempo determinato, senza garanzie.

È accaduto nel silenzio generale, senza adeguate politiche di governo che mirassero a sostenere e a rilanciare questi settori e la figura femminile anche per il futuro del Paese. Insieme ai giovani le donne restano le più penalizzate. Attraverso questo incontro si è voluto, dunque, chiedere agli ospiti le azioni concrete da intraprendere, o già portate avanti da Italia Viva, a tutela e sviluppo della figura femminile, analizzando e ragionando con lucidità e concretezza sulla situazione politica e sociale attuale. Chi lo desidera, può rivedere il dibattito a questo indirizzo, sulla pagina Facebook di Italia Viva.

A seguire, si è tenuto un dialogo con Luigi Marattin, a cura di Italia Viva Padova. Si è parlato di di PNRR e di come prepararsi per lo sviluppo del Paese. "Il mondo dei professionisti può aiutare la messa a punto delle grandi riforme per il Paese e allo stesso tempo imprenditori e manager devono fare trovare preparate le loro imprese, in primis le PMI, vero asse portante del nostro sistema produttivo italiano", hanno spiegato gli organizzatori a margine dell'appuntamento. Accanto a Luigi Marattin, hanno partecipato: Ettore Tamà, coordinatore provinciale; Andrea Cortellazzo, commercialista; Francesca Galllotta, Head of Communication Wintech SpA; Massimo Morbiato, CEO EzLab; Anna Domenighini, Commercialista; Giovanni Tagliavini, Avvocato; Angela Montanari, Manger YourCFO; Gianluca Bressan, Manager YourCEO.

Italia Viva Taranto ha organizzato un dibattito dedicato a parlare di PNRR, di Enti locali e dello sviluppo del meridione, con la partecipazione di Ivan Scalfarotto, Sottosegretario al Ministero dell'Interno. Hanno partecipato, inoltre: il Dott. Prof. Antonio Gambini, economista (Cammina_ta Roma); il Dott. Prof. Adriano Giannola, Pres. Svimez; il Dott. Francesco Solazzo, Segretario CISL Taranto Brindisi; l'Ing. Piero Conversano, Presidente FederManager Puglia.Hanno coordinato i lavori la Dott.essa Maria Vittoria Colapietro, coordinatrice provinciale e l'Arch. Terenzio Lo Martire. Le conclusioni sono state affidate a Vincenzo Angelini, coordinatore provinciale.

Italia Viva Savona ha dedicato un appuntamento a parlare del Terzo Settore e del ruolo che ha in una società in continua evoluzione. Vi ha preso parte l'On. Maria Chiara Gadda. L'evento, organizzato da Elda Olin Verney, Danja Stocca e Matteo Calcagno, si è tenuto sulla piattaforma Zoom.

Infine, di infrastrutture e grandi opere in Campania si è parlato anche nell'appuntamento cui hanno preso parte Raffaella Paita, Gennaro Migliore e Ciro Buonajuto. Ha partecipato anche l'Assessore regionale della Campania, Nicola Caputo