27/05/21
primavera delle idee

Primavera delle Idee, un mercoledì denso di appuntamenti

Report dagli eventi del 26 maggio 2021.

Ancora una giornata intensa, per la “Primavera delle idee”, iniziativa di ascolto e confronto, lanciata da Matteo Renzi, l'Assemblea Nazionale #004. 

Sono stati ben 9 gli appuntamenti svoltisi ieri, mercoledì 26 maggio, entro la la nostra iniziativa
che, ormai, ha ampiamente superato i 300 eventi programmati e svolti.

Il pomeriggio si è aperto con la presentazione del libro "Demopatìa, Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico", cui sono intervenuti Luigi Di Gregorio, autore del libro, docente di comunicazione pubblica; Alessandro Sterpa, docente di diritto pubblico); Marco Di Maio, vice presidente dei Deputati IV. L'evento si è svolto in diretta sulla pagina Facebook di Marco Di Maio.

A seguire, si è svolto un incontro a cura di Italia Viva Trentino, durante il quale si è parlato di lavoro ed empowerment femminile. Ospite d'eccezione, Elena Bonetti, Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia. Con lei, si sono confrontati Donatella Conzatti, Senatrice e Segretaria commissione Bilancio; Giovanni Bort, Presidente CCIAA di Trento e Confcommercio Trentino; Fausto Manzana, Presidente Confindustria Trento. Ha moderato i lavori la giornalista Linda Pisani. L'evento si è tenuto sulla piattaforma Zoom.

Si è poi svolto un dibattito dedicato agli open data, a cura di Italia Viva Livorno. "Open e Big data sono  - hanno spiegato gli organizzatori - una questione fondamentale e sulla quale l'Italia è ancora all'età della pietra. Siamo al paradosso della compresenza di una comunità scientifica e di ricercatori che chiede a gran voce dati aperti alla PA e un apparato burocratico pubblico (non tutto, per fortuna, qualcosa si sta muovendo) che graniticamente pone un muro ingiustificabile (e illegale: l'Italia ha recepito il Freedoom of Information Act - FOIA)".

"L'obiettivo è quello di avere un ritorno conoscitivo dall'apertura dei dati ad esempio sulla pandemia o sui famosi ristori dell'ultimo anno (quanto? a chi?), che dati in pasto al mondo della ricerca potrebbero produrre libere analisi finalizzate alla costruzione di progetti e soluzioni", hanno sottolineato gli organizzatori.

Al dibattito hanno preso parte l'On. Mattia Mor, Membro della X Commissione attività produttive della Camera e dell'Intergruppo parlamentare per l'innovazione; il Dott. Massimiliano Faraoni, Ricercatore; il Dott. Alessandro Cosimi, Direttore Prevenzione Oncologica. Asl Toscana Nord Ovest. Le conclusioni sono state affidate a Nicola Danti, Eurodeputato e coordinatore Italia Viva Toscana. I lavori sono stati moderati da Katia Calderone, Coordinatrice Italia Viva Livorno. 

Italia Viva Venezia ha dedicato il suo appuntamento del giorno a parlare del blocco dei licenziamenti e della ripartenza del Paese. Hanno partecipato l'On. Luigi Marattin e l'On. Sara Moretto. I lavori sono stati introdotti e moderati da Raffaele Ciriello, componente della segreteria metropolitana Italia Viva Venezia.

Italia Viva Ferrara ha organizzato un confronto dedicato alla dispersione scolastica e di buone pratiche. "Due emergenze - spiegano gli organizzatori - si pongono, in questi giorni, davanti alla scuola: i dati ISTAT sulla scolarizzazione delle nuove generazioni, che pongono Ferrara in ultima posizione fra le province dell’Emilia-Romagna e l’altalena di chiusure ed aperture cui la pandemia ha costretto tutti gli alunni. La perdita di frequenza, di quotidianità negli apprendimenti e nella socializzazione inciderà ancora di più sui ragazzi svantaggiati, sulle loro fragilità e sull’abbandono scolastico che è, da anni, fenomeno strutturale del nostro sistema di istruzione e formazione, soprattutto in alcuni territori".

All'appuntamento hanno preso parte l'On. Gabriele Toccafondi; Carlotta Bellomi, Responsabile Scuola Save the Children Italia; Giovanni Fioravanti, Già Dirigente scolastico Istituto Comprensivo Filippo De Pisis di Ferrara; Vittoria Benetti, Referente Cantiere Formazione e Istruzione; Licia Barbieri, Coordinatrice Provinciale.

Sguardo rivolto al futuro per l'appuntamento di Italia Viva Monza e Brianza, che ha discusso di lavoro post pandemico, con l'On. Camillo D'Alessandro, Vice-Presidente della XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) alla Camera; Benedetta Cosmi, giornalista e Responsabile Lavoro Forza Italia Lombardia; Isa Maggi, Commercialista, coordinatrice nazionale Stati Generali Donne e Alleanza delle Donne e l'Avv. Tea Del Vecchio, Giuslavorista. Ha moderato i lavori Giovanni Siragusa.

Claudia Cicolani e Giorgio Siena, coordinatori del Tavolo scuola della provincia di Modena, hanno proposto un webinar il 26 maggio alle ore 19.00 dal titolo "La qualità in cattedra - Ingresso nella scuola, carriera e competenze strategiche per i docenti del futuro".

"La ripresa dell’Italia passa anche dal sistema di istruzione - hanno spiegato gli organizzatori - per il quale è necessario puntare sulla qualità che in grande misura si indentifica con la qualità degli insegnanti. I docenti sono chiamati a una grande responsabilità che deve essere riconosciuta e valutata, anche con percorsi di carriera. Bisogna investire sulla loro preparazione, in ingresso e in servizio. Lo stesso PNRR prevede l’istituzione di una Scuola di Alta Formazione che svolgerà funzioni di indirizzo e coordinamento dell’attività formativa per tutto il personale scolastico".

Di questi argomenti si è discusso insieme al Prof. Ferdinando Auricchio, responsabile Cantiere nazionale Università e Ricerca di Italia Viva; Marco Campione, esperto di politiche scolastiche; Lamberto Montanari, dirigente scolastico e presidente regionale ANP E. Romagna e Maria Rosaria Forni, docente e coordinatrice del Comitato scuola Napoli città metropolitana.

"Come si costruisce una scuola di qualità? È proprio su questo concetto che si è parlato in modo approfondito durante il webinar", spiegano Cicolani e Siena, "il futuro del nostro Paese e la sua ripresa passano anche dal sistema di istruzione per il quale è necessario puntare sulla qualità che per la maggior parte si identifica con la qualità degli insegnanti. Una qualità che può essere raggiunta con riforme specifiche che guardano al futuro, un buon progetto di reclutamento docenti e un occhio attento alla loro formazione continua".

"Le questioni  - proseguono Cicolani e Siena - sono state ampiamente analizzate dai partecipanti al webinar: il Prof. Ferdinando Auricchio, responsabile Cantiere nazionale Università e Ricerca - Italia Viva che si è soffermato sulla necessità di sburocratizzare la scuola per permettere agli insegnanti di concentrarsi anche sulla loro formazione, spiegando che senza una buona scuola non ci sarà mai una buona Università. Questi due mondi devono rimanere sempre collegati. Uno dei motori della qualità dell’insegnamento è anche puntare sulla motivazione e per avere alunni motivati è necessario avere insegnanti motivati".

A prendere la parola anche Marco Campione, esperto di politiche scolastiche, che tra le molte cose dette su carriera e reclutamento ha evidenziato, come riportano Cicolani e Siena, che "è possibile che l’unico modo che ha un bravo docente per incrementare in modo significativo la propria retribuzione è quello di smettere di insegnare e diventare dirigente scolastico?".

"Lamberto Montanari, dirigente scolastico, vice presidente nazionale dell’ANP e regionale sez. Emilia Romagna ha fatto un report e un’attenta analisi di quanto è stato fatto durante la pandemia e si sta facendo come Associazione nazionale, mentre Maria Rosaria Forni, docente e coordinatrice del Comitato scuola Napoli città metropolitana ha trattato oltre il tema della qualità anche gli Invalsi. A prendere la parola sull’importanza della curiositas in ambito educativo e della rilevanza della pedagogia nei progetti educativi e formativi, infine, anche Armando Luisi e Renato Luisi, dirigenti scolastici e formatori componenti del Tavolo Scuola di Modena", hanno spiegato gli organizzatori.

In serata, Italia Viva Puglia ha parlato di di infrastrutture e Mezzogiorno in un evento cui ha preso parte, come ospite d'eccezione, Teresa Bellanova, Viceministra delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili. Con la Viceministra si sono confrontati la Dott.ssa Vera Corbelli, Segretaria Autorità di Bacino Meridionale; il Dott. Giancarlo Turi, Segretario Provinciale UIL; l'Arch. Sergio Scarcia, Responsabile Provinciale Urbanistica e Territorio. I lavori sono stati coordinati dalla dott.ssa Maria Vittoria Colapietro, Coordinatrice Prov Italia Viva e dall'Arch. Terenzio Lo Martire, Coordinatore cittadino Taranto. All'evento hanno partecipato anche Vincenzo Angelini, Coordinatore Provinciale Italia Viva e Ada Fiore, Coordinatrice Regionale Italia Viva Puglia.

Infine, sempre in serata, si è tenuto un evento a cura di Italia Viva Varese durante il quale si è discusso di edilizia green e progettazione degli spazi urbani con l'On. Maria Chiara Gadda, il Dott. Juri Franzosi e l'Ing. Filippo Campiotti che ha moderato i lavori.