Martedì arriva in Senato il Family Act, un'idea nata alla Leopolda

La legge delega che istituisce l'assegno unico e universale sarà all'esame dell'Aula del Senato a partire da martedì 30 marzo 2021.

Guarda qui il video dedicato all'Assegno Unico Universale
e
 condividilo coi tuoi amici.

Fortemente voluto dalla Ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità, Elena Bonetti, l'assegno unico e universale, un'idea nata alla Leopolda, arriva in Senato martedì 30 marzo 2021, dove affronterà l'ultimo step prima dell'approvazione definitiva. Insomma, siamo a un passo dalla una svolta epocale per quel che riguarda le politiche familiari.

Il provvedimento era stato licenziato in Commissione Lavoro di Palazzo Madama, pochi giorni fa, all'unanimità. In Aula arriverà lo stesso testo licenziato la scorsa estate dalla Camera con voto praticamente plebiscitario. Non ci saranno pertanto modifiche e del Senato chiuderà l'iter.


Durante la riunione dei capigruppo al Senato, il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, ha proposto ai colleghi di portare l'assegno unico in cima alla lista dei provvedimenti da votare. Richiesta accolta dai colleghi. Dopo l'ok del Senato, l'assegno unico e universale entrerà in vigore nel giro di 100 giorni. È questo, infatti, l'arco di tempo entro il quale occorrerà varare dei decreti legislativi che dovranno tornare nelle Commissioni per un parere consultivo. Infine, occorreranno gli opportuni atti ministeriali.

Insomma, l'assegno unico familiare arriverà il primo luglio e sarà a partire da 250 euro al mese, come ha confermato lo stesso Presidente del Consiglio, Mario Draghi.



Ma vediamo, nel concreto, cos'è l'assegno unico e universale.



1. Si tratta di una proposta che fa parte del Family Act e che Elena Bonetti ha presentato per la prima volta durante la Leopolda 2019.



2. È un contributo il cui ammontare partirà da 250 euro, come ha specificato il presidente Mario Draghi, ma il suo ammontare dovrà essere quantificato. Sarà per tutte le famiglie, per tutti i figli, dal settimo mese di gravidanza ai 21 anni, più consistente per i redditi più bassi e per chi ha più di tre figli e fa parte della riforma fiscale. Facile, semplice, per tutti: l'assegno è un investimento nelle future generazioni.



3. Come ha spiegato la Ministra Elena Bonetti, l'assegno guarda alle nuove generazioni e sostiene le famiglie nella ripartenza post Covid 19.



4. E il 30 marzo l'assegno unico e universale diventa realtà con il voto finale al Senato!


Guarda qui il video dedicato all'Assegno Unico Universale
e
 condividilo coi tuoi amici.