Matteo Renzi Enews

Enews 732, giovedì 9 settembre 2021

L'Enews della settimana.                        

Clicca sul banner per donare il tuo 2x1000 a Italia Viva!

• Ciò che Roberto Cingolani ha detto alla Scuola di Formazione Politica di Italia Viva è preciso e serio: lo trovate qui, collegandovi a YouTube. Prima di dare giudizi, pensate con la vostra testa, amici. Ascoltate i contenuti, non solo i pensierini banali di qualche aspirante politico che non sa di cosa parla. Per queste frasi Cingolani è stato minacciato di morte: trovo che sia uno scandalo la mancanza di solidarietà verso il Ministro per queste minacce. Noi andiamo avanti. La Scuola ha fatto discutere, su You Tube (iscrivetevi al canale, se vi va) trovate tutti i dibattiti e gli incontri di quei tre giorni. Il prossimo anno saremo a Ventotene, per la quarta edizione. Noi continuiamo a lavorare insieme ai nostri ragazzi, perché lavorare con loro significa costruire il nostro futuro. E a proposito di futuro: mettete in agenda la LEOPOLDA11 che si terrà dal 19 al 21 novembre (qui il link per preiscriversi).

• Chi vuole darci una mano per tutte le iniziative – anche alla luce delle note vicende che ci hanno tolto molti finanziamenti – può fare un piccolo versamento.

A proposito di contenuti:

- Sul Reddito di Cittadinanza. Fino a tre mesi, fa tutti dicevano che il Reddito di Cittadinanza fosse INTOCCABILE. Poi è uscito "Controcorrente" (qui il link per acquistare il volume, qui il link per ascoltare la clip dell'audiolibro sul Reddito di Cittadinanza) e abbiamo lanciato un referendum. Chi vuole può firmare questa prima petizione, poi arriverà la raccolta firme ufficiale. È bastato annunciare un referendum e tutti hanno iniziato a dire che il reddito va cambiato. Aggiungono: “Non vogliamo eliminarlo ma solo modificarlo”. Che significa: eliminare i navigator, togliere gli sprechi e le illegalità, tornare al Rei, cambiare le politiche attive. Benissimo. Se non ci fosse stata l’iniziativa di Italia Viva, a quest’ora saremmo ancora a “il reddito non si tocca”. E invece si tocca, eccome se si tocca. Anche perché altrimenti c’è il referendum

- Sul disegno di legge Zan. Per mesi ci hanno detto che non c’era più tempo. Abbiamo detto: "giusto, procediamo velocemente". Oggi PD e Cinque Stelle hanno scelto di rinviare la calendarizzazione a dopo le elezioni. Se non fosse una cosa seria, sarebbe ridicolo. Da mesi chiediamo di fare un accordo e votare una legge. Stanno rinviando per cosa? Per fare un accordo dopo le elezioni altrimenti passano male. E, nel frattempo, persone come la Senatrice Cirinnà si permettono di insultare nostri militanti con profili fake. Tristezza, molta tristezza. Le persone omosessuali e transessuali non meritano questo squallido giochino sulla loro pelle. La legge si può chiudere in 48 ore. Ma bisogna accettare un principio di civiltà: sui diritti non si fa campagna elettorale. Si devono trovare gli accordi per fare le leggi, non i proclami per sventolare le bandierine.

- Sulla scuola. Ieri, presentando "Controcorrente" a Civitavecchia (il tour va avanti fino alla Leopolda21, tranquilli: avremo molte occasioni per incontrarci) ho risposto a una domanda di Claudio Cerasa sulla scuola e soprattutto sulle differenze. La trovate qui. Cerco di essere chiaro: la Azzolina, Arcuri E Conte compravano i banchi a rotelle. Bianchi, Figliuolo e Draghi spingono su vaccini e Green pass. Questa è la differenza fondamentale. Ma ho messo in guardia da un pericolo – per onestà intellettuale – che devo segnalare: se non cambiano le regole della quarantena per i vaccinati, torneremo prestissimo alla DAD. Basta che uno studente sia contagioso e tutta la classe va in quarantena. Ma vanno in quarantena anche i prof vaccinati. E a quel punto anche le altre classi vanno in DAD perché i prof sono in quarantena. Nel giro di un mese – se non cambiano le regole – avremo mezza Italia di nuovo in DAD. Rivolgo un appello ai ministri Bianchi e Speranza: se vogliamo evitare la DAD, dobbiamo cambiare le regole della quarantena per i vaccinati. Semplice, no?

CONTROCORRENTE. Chi ha voglia di organizzare un evento scriva pure qui. Per acquistare "Controcorrente" clicca qui. Prossima presentazione: 15 settembre a MILANO, ore 18, Teatro Parenti, clicca qui.

Un sorriso,


P.S.
Sono stato ospite a due trasmissioni de "la7" (qui con Myrta Merlino e qui con Andrea Pancani). E poi ho fatto questa chiacchierata – molto lunga – con Paola Peduzzi de "il Foglio" lunedì. Giusto per gli aficionados!