10/11/20
Matteo Renzi Enews

Enews 667, martedì 10 novembre 2020

L'Enews della settimana.                        

Clicca sul banner per Iscriverti a Italia Viva!


Buona settimana a tutti!

Situazione complessa sul fronte Coronavirus. Se i dati continuano a suscitare preoccupazione e aumentano le zone “arancioni”, è anche vero che sul vaccino siamo alla svolta. La Pfizer ha fatto ieri un annuncio molto importante ma in condizioni simili sono diverse aziende farmaceutiche in tutto il mondo. Insomma: ci siamo davvero. Per questo è fondamentale stringere i denti per questo ultimo miglio di disagi e difficoltà e organizzare per tempo un piano di diffusione del vaccino che permetta di non avere intoppi organizzativi come quelli che ci sono stati sui tamponi. Non perdiamo tempo, corriamo sul piano di distribuzione del vaccino. E inviamo un affettuoso abbraccio a tutti quelli che fino a qualche mese fa erano NoVax e adesso… sono guariti.

Sotto il profilo giudiziario, mi aspettavo le scuse dai PM fiorentini per lo scandalo delle perquisizioni annullate dalla Cassazione e, invece, è arrivato un avviso di garanzia multiplo. Un avviso di garanzia in cui Maria Elena Boschi viene scambiata per Lorenzo Guerini, giusto per dire un aneddoto e per far capire il rigore di questa indagine. Per chi vuole approfondire, qui c’è una mia intervista di oggi a "Il Dubbio". Indossiamo il nostro sorriso più bello e via. Per chi vuole riflettere sul valore enorme di questa indagine per la nostra democrazia rimando al mio intervento in Aula, al Senato, il 12 dicembre 2019: qui c’è tutto, un anno prima che la Cassazione smentisse fragorosamente i PM fiorentini. Per chi vuole saperne di più, consiglio il passaggio del mio intervento all’Assemblea Nazionale di Italia Viva, qui

La vittoria di Biden è una svolta per l’Unione Europea. Ne ho parlato a lungo in questa intervista su "la Stampa" e in questo video durante l’Assemblea di Italia Viva.

Italia Viva ha tenuto la sua Assemblea sabato via Zoom.
Qui c’è tutto l’integrale del mio intervento.
E qui una piccola chicca: Mario, 102 anni, partigiano e accademico, decide di iscriversi a Italia Viva. Non è bellissimo?

Un sorriso,

P.S. Con l’esplosione della vicenda Open, di nuovo, la nostra capacità di finanziamento è messa a dura prova. Per chi vuole e può, chiediamo un aiuto straordinario. Perché, nonostante ciò che pensano le anime belle, si può fare politica solo se si hanno le risorse. E, avendo abolito il finanziamento pubblico, l’unica strada è il sostegno dei privati, anche solo con piccoli versamenti da 5€ o 10€. Per chi può, questo è il link per permettere a Italia Viva di continuare a combattere e questo è il link per iscriversi o rinnovare la propria iscrizione.