Esteri Ucraina

Ucraina, Maria Chiara Gadda: "Il nostro Paese si muova in maniera compatta"

L'intervento su "la Prealpina", 25 febbraio 2022.

L'invasione dell'Ucraina e la crisi internazionale vede impegnati anche i parlamentari varesini i quali, nel loro curriculum, hanno anche una buona esperienza internazionale in vari ambiti e possono aiutare a capire meglio lo scenario attuale e soprattutto futuro.

Sul fronte del comportamento da tenere dall'Italia per la deputata di Italia Viva Maria Chiara Gadda, spiega che "è molto importante che il nostro Paese si muova in maniera compatta. Dobbiamo assumere una posizione ferma contro l'inaccettabile offensiva russa che ha violato lo stato di diritto e una democrazia a noi amica. Va cercata una via politica e pacifica che, finora, la Russia ha rifiutato e quindi il Parlamento dovrà dare mandato al Governo Draghi di chiedere sanzioni molto aspre per la Russia. Esse avranno conseguenze anche per i Paesi europei e, quindi, si dovranno trovare compensazioni economiche, a partire da quelle per le nostre imprese".

"Di certo  - prosegue Gadda - siamo di fronte a una scelta scellerata e prepotente della Russia di Putin di calpestare il diritto internazionale e ledere la sovranità di uno Stato. Inoltre bisogna prestare attenzione alle dichiarazioni della Cina in merito all'invasione della Russia, perché quanto avvenuto in Ucraina non deve essere un precedente".

La parlamentare di Iv tiene anche a sottolineare "la vicinanza verso i duemila italiani che vivono in Ucraina e per i quali, pure nella drammaticità del momento, abbiamo deciso di tenere aperta l'Ambasciata. Allo stesso tempo esprimo solidarietà ai cittadini ucraini che, in molti casi, si trovano nel nostro Paese da tanti anni".