16/06/20
Esteri

Turchia, Tidei: "Inaccettabile la repressione contro i Curdi"

L'intervento della consigliera regionale di Italia Viva.

"La destituzione di due deputati, la rimozione di 45 sindaci in un anno, la repressione durante la grande marcia per la democrazia, i bombardamenti dell'aviazione turca nei pressi di Sinjar, lì dove un tempo risiedevano gli yazidi: l'escalation di Erdogan contro i curdi preoccupa e indigna perché ha ancora una volta il tratto di una persecuzione ingiusta e antidemocratica". Così in un comunicato la consigliera regionale del Lazio di Italia Viva e presidente dell'Istituto internazionale di cultura kurda in Italia, Marietta Tidei

"È inaccettabile quello che sta avvenendo in Turchia: non si puo' soffocare un grido di libertà e di diritti che arriva da milioni di persone e che ha trovato una sua rappresentazione simbolica e importante nella marcia di centinaia di chilometri verso Ankara promossa dall'Hdp. L'Hdp già sconta la detenzione del suo leader Selahattin Demirtas da oltre tre anni e mezzo e, più in generale, è ostacolato nelle sue legittime battaglie politiche a tutela del popolo curdo. Un popolo che subisce da anni un trattamento inaccettabile e che non puo' vivere ora una nuova stagione di cruente e inaccettabili repressioni", conclude Tidei.