11/07/20
territorio parlamento sport paese

Toccafondi: "L'unica soluzione per il Franchi? Una legge ad hoc"

L'intervento del parlamentare di Italia Viva pubblicato su "Il Corriere fiorentino", 11 luglio 2020

«L`unica soluzione per il Franchi? Una legge ad hoc» Lo stadio Franchi non presenta solo un «rilevantissimo interesse culturale». La sua struttura «non introduce distinzioni o separazioni tra la continuità dei telai portanti» che nella loro «reiterata successione definiscono l`aspetto esterno dello stadio». Insomma, il lopera di Pier Luigi Nervi è un tutt`uno, e a scriverlo è questa volta la segreteria regionale toscana (l`ex soprintendenza regionale) del Ministero dei Beni culturali. Secondo il deputato di Italia Viva Gabriele Toccafondi, che già aveva avuto una risposta dal ministero da lui definita «interlocutoria» sulla possibilità di intervento sull`impianto per renderlo moderno ed adeguato alle richieste della società viola, questa è invece la parola fine alla possibilità che, semplicemente allentando i vincoli, Rocco Commisso possa intervenire sul Franchi buttando giù le curve. «Ora occorre un provvedimento legislativo, comunque difficile, per Franchi, il Dall`Ara di Bologna e il Flaminio di Roma» dice Toccafondi assieme alla Consigliera regionale Titta Meucci. Cioè quella norma, già presentata da Rosa Maria Di Giorgi (Pd) che potrebbe trovare consensi bipartisan. Ma proprio nella relazione firmata dalla segretaria Muratori Giorgia Muratori, si parla delle curve come l`elemento che ha i «valori più critici» dell`indice di vulnerabilità tra le opere in cemento armato del Franchi, inferiori a 0,30.