Italia aborto usa

Toccafondi: "Difendo la 194. Ma va applicata tutta"

L'intervista al deputato di Italia Viva Gabriele Toccafondi su la Nazione ed. Firenze del 26 giugno 2022 

La sua formazione è cattolica e Docg. Dalla testa ai piedi. Gabriele Toccafondi - oggi nome di punta di Italia Viva - non si è mai scostato dalle sue convinzioni di uomo di fede: «Sono cristiano e difendo la vita dal concepimento alla morte naturale. E non faccio eccezioni...». 

Intende dire che qualcun altro le fa?
«Ci sono tanti ragionamenti che sentiamo qua e là. "lo sono contrario all'eutanasia però...", "La penso così ma ...". Ecco, sgombriamo il campo dagli equivoci: per me la vita ha un valore sempre».

Che effetto le fa questa svolta che arriva dagli Usa?
«Premetto che quello è un dibattito al momento molto 
circoscritto perché non mi sembra che in Italia  sia tornata in discussione la legge sull'interruzione di gravidanza. Ciò detto vorrei fosse chiaro che la mia contrarietà all'aborto non è vissuta come un dogma da sbandierare come in molti a destra fanno».

Che intende?
«lo sono per la vita e per il valore della persona. E non è che se quella persona scappa dall'Africa e arriva su un barcone qui per me

quel valore allora non ce l'ha più».

Ha ascoltato le parole di Betori sull'importanza di prendersi cura della vita? Un monito ad assumersi responsabilità nei confronti del prossimo?
«Certo. L'arcivescovo non ha certo attaccato la legge sull'aborto ma ha esaltato il valore della vita esortandoci a riflettere: quando ci si trova davanti a un aborto dobbiamo chiederci `Abbiamo fatto tutto per impedire quello che è comunque un dramma anche per la donna`?».

Stiamo facendo tutto?
«No. E qui sta il punto. Le sembrerà strano ma anche io difendo la legge 194 ma vorrei ci ricordassimo che l`80% dei suoi articoli, quelli di cui da decenni non si parla mai, sono riferiti a come fare per aiutare una donna ad evitare di interrompere la gravidanza: consultori, aiuti economici, sostegni psicologici. C`è tutta una parte relativa alla cura nella legge prima di arrivare all'ultimo 20% di articoli che parlano del percorso per abortire. Allora io dico: applichiamola tutta una buona volta».