territori elezioni 2022

Terzo Polo a Lecco: "Territorialità e competenza nel solco dell'Agenda Draghi"

La notizia su "il Giornale di Lecco", 5 settembre 2022.

Territorialità. Competenza. Sviluppo. Questi i cardini di una proposta politica nata per dare risposte al Paese». Presentati a palazzo Falck, i candidati di Camera e Senato del Terzo Polo. Presenti gli onorevoli Mauro Del Barba e Maria Chiara Gadda, i coordinatori provinciali di Italia Viva (Antonio Rusconi) e Azione (Francantonio Corti), sono intervenuti i candidati Stefano Motta, in lizza al collegio uninominale per la Camera, Giuseppe Conti, in corsa al collegio del Senato, e Luca Perego, candidato al proporzionale.

Giulia Vitali e Rusconi per Italia Viva e Giovanni Sabadini per Azione hanno illustrato l'orizzonte politico a quale guarda il terzo polo: una politica della competenza, aperta a chiunque voglia dare un contributo, che si pone chiaramente nel solco dell`agenda del Governo Draghi. Obiettivo dare risalto al programma elettorale calandone i contenuti sul territorio, per rilanciarne la competitività attraverso la sostenibilità e valorizzare il ruolo dei giovani e delle donne favorendo l'occupazione e le famiglie.

Stefano Motta, già sindaco di Brivio e Calco, pacato nei toni, pragmatico nei contenuti, si candida a Roma facendosi alfiere della competenza e concretezza del lavoro dei tanti amministratori locali.

Giuseppe Conti, imprenditore made in Lecco di respiro internazionale, ha rilanciato i contenuti di Industria 4.0 voluta dal Governo Renzi e da Carlo Calenda, ricordando quanto le innovazioni sociali ed imprenditoriali del nostro territorio siano parte della nostra cultura.

Luca Perego ha riportato l'attenzione all'identità europeista della formazione del terzo polo, «lontana dal bipopulismo che ha fallito e che vede le altre coalizioni schiacciate agli estremi»: «La sfida sarà quindi tra una forza profondamente riformista, e distante dalle forze conservatrici della destra e quelle reazionarie (perché contrarie ai cambiamenti) della sinistra».

Tra gli ospiti presenti anche i rappresentanti di CantiereLecco, che sostengono convintamente il terzo polo, «sinonimo di novità e moderazione», auspicando che questa formazione possa diventare la casa politica per chi è deluso dalle altre formazioni.

Gli onorevoli Del Barba e Maria Chiara Gadda, anche loro candidati, nel loro saluto finale, oltre ai riferimenti al lavoro svolto in questi anni in Parlamento, hanno sottolineano la forza della squadra lecchese che si presenterà alle elezioni, «imbattibile sulla competenza e preparata sui contenuti, e primo seme di un cammino che ci auguriamo possa continuare a lungo».