territori suppletive Siena

Suppletive a Siena, Danti: "Profondo malessere per la candidatura di Letta"

L'intervento pubblicato dal "Corriere Fiorentino" e "la Nazione, 23 luglio 2021.

A Rignano sull’Arno (Firenze) si è svolta la festa Iv dal titolo "Rignano Viva", durante la quale si è discusso anche della situazione relativa alle elezioni suppletive nel collegio di Siena. Hanno partecipato all’incontro gli esponenti del comitato direttivo provinciale e regionale di Italia Viva. All’incontro hanno preso parte la vicepresidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, e il capogruppo in consiglio regionale Stefano Scaramelli, eletto a Siena, dove Italia Viva alle ultime elezioni del 2018 ha ottenuto un buon 7%.

"Nel vertice di Italia Viva abbiamo analizzato in primis ciò che è avvenuto in consiglio regionale dove il Pd ha realizzato un accordo politico con Lega e Forza Italia - ha spiegato da Rignano l'europarlamentare Nicola Danti - si va in aula, ed è la prima volta in assoluto, senza passare dalle commissioni, sulla riforma dello Statuto che aumenterà di un milione di euro i costi della politica per cinque poltrone in più".

E Danti specifica che lv non ci sta e sottolinea la gravità del momento: "Si tratta di una rottura politica molto forte della maggioranza a livello regionale".

Per quanto riguarda Siena, “Abbiamo registrato da parte del territorio e degli iscritti di Italia Viva un profondo malessere rispetto alla candidatura di Letta a Siena”, ha spiegato l’europarlamentare e coordinatore regionale di Italia Viva, Nicola Danti. “Lo abbiamo registrato e nei prossimi giorni approfondiremo la questione, anche con i vertici nazionali di partito, per prendere una decisione definitiva”.

“Non è una scelta definitiva – conclude Danti – non abbiamo avuto tempo di fare le valutazioni no in fondo, abbiamo registrato un certo malessere degli iscritti. Ma in politica mai dire mai”.