29/10/19
Italia Viva territori

Successo per la presentazione di Italia Viva a Napoli

Tutto esaurito all'interno del Cinema Metropolitan, per l'evento di lancio del nostro progetto politico, a Napoli, e folla di simpatizzanti all'ingresso 

Oltre 500 persone all'interno e quasi altrettanti simpatizzanti all'esterno, stipati all'ingresso del Cinema Metropolitan - a Napoli, lungo la riviera di Chiaia - hanno voluto essere presenti all'evento di presentazione del nostro progetto politico nel capoluogo campano.

Amministratori locali, esponenti della società civile, ma anche tanti cittadini, incuriositi dalla novità rappresentata da Italia Viva.

L'evento si è svolto alla presenza di Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Italia Viva, della Ministra per la Famiglia, Elena Bonetti, e dei parlamentari Maria Elena Boschi, Gennaro Migliore e Catello Vitiello.


"Siamo qui per lanciare il progetto di Italia Viva, guardiamo all'Italia del 2029, stiamo cercando di fare delle proposte che non riguardino soltanto le urgenze immediate ma la prospettiva del nostro Paese nei prossimi anni", ha spiegato Maria Elena Boschi nel suo intervento introduttivo. "Abbiamo questo cinema pieno di cittadini napoletani, campani che hanno voglia di dare una mano a questo progetto e credono nella possibilità di un'Italia più vicina ai loro bisogni e alle loro aspettative" aggiunge la capogruppo di Italia Viva alla Camera. "Oggi ci sono tantissimi amministratori locali con noi, professionisti, pensionati, giovani: questa è l'Italia che ha voglia di rimboccarsi le maniche sapendo che c'è molto lavoro da fare", ha concluso la parlamentare.


"Recuperare una idea di progresso civile che non si basi solamente sull'assistenzialismo perché per troppo tempo abbiamo trascurato gli investimenti e si sono prodotte anche delle fratture sociali determinate dalla mancanza di lavoro", ha dichiarato Gennaro Migliore, a margine dell'evento. "Noi crediamo - ha aggiunto - che la creazione di posti di lavoro sia importante ed per questo che avevamo immaginato degli interventi di facilitazione delle assunzioni da parte delle imprese. Questo, ovviamente, deve essere accompagnato anche dall'essere vicini alle persone che non ce la fanno. Se, però, non c'è un vero programma di investimenti per il Mezzogiorno, difficilmente - conclude - potremo uscire da una situazione di subalternità".


Inevitabili le domande dei cronisti, relative all'esito del voto in Umbria, per la Ministra Elena Bonetti, che ha dichiarato alla stampa: "penso sia stata una sconfitta di una proposta territoriale, delle cui ragioni si prenderà atto. Non è una sconfitta di Italia Viva perché non ha partecipato, ma soprattutto non è una sconfitta del Governo". "Mi sento di dire anzi - ha aggiunto la Ministra - che ci sono delle criticità nel territorio a cui noi dobbiamo dare una risposta. Questo Governo è nato esattamente per questo e partirà facendolo nella manovra di bilancio".


Insomma, "voglia di esserci, di partecipare, di condividere. Tanta la passione che si percepiva oggi a Napoli e che ci fa vedere come la strada sia quella giusta", come ha spiegato, esaustivamente, Ettore Rosato, a commento dell'evento.