17/01/20
Italia Viva territori

Successo per la presentazione di Italia Viva a Cuneo

L'incontro ha visto la presenza del Senatore Mauro Maria Marino.

Si è tenuta, lo scorso lunedì 13 gennaio 2020, la presentazione cittadina di Italia Viva a Cuneo. Piena la “Sala del Ping” dove si è tenuto l'incontro che ha visto la presenza del Senatore Mauro Maria Marino.

Flavio Martino, coordinatore, e Bella Rottemberg, di Italia Viva Cuneo e Valli, hanno introdotto l'incontro, ponendo l'accento sulla necessità di allargare il campo riformista, di dare corso alla proposta “Shock” presentata da Matteo Renzi e ha posto, per Italia Viva a livello locale, l'obiettivo di essere presenti alle elezioni comunali del prossimo anno.

Alla presentazione è intervenuto anche il Sindaco di Cuneo, Federico Borgna, che ha ricordato quanto sia importante ampliare l'offerta politica dei soggetti non sovranisti e non populisti e, ringraziando gli organizzatori, ha affermato di sentirsi tra amici.

Tanti e di qualità gli interventi. Carlo Benigni, presidente nazionale dell'Associazione Italia-Israele, ha ringraziato il governo Renzi per aver avuto il coraggio della riforma delle banche popolari. Davide Dottore ha spiegato i motivi della sua adesione a Italia Viva e di molte proposte economiche che nel PD, per effetto delle continue mediazioni interne, non trovavano piena espressione. Antonio Dell'Aversana ha parlato della legge sulle unioni civili che hanno permesso, a lui e al suo compagno, di avere oggi pari diritti come qualunque altra coppia. Tiziana Fervier ha trattato il tema della lunghezza dei processi civili e dei danni umani ed economici che questo comporta. Paolo Giraudo è intervenuto sulla carta dei valori di Italia Viva sottolineandone molti aspetti, non ultimo quello di dare oggi pari valore ai tre fondamentali della rivoluzione francese, quello della fraternità insieme a libertà e uguaglianza. Heldi Sahimi Reinero, coordinatore del comitato civico Cuneo Viva, ha parlato di quello che si aspetta da questa sua prima esperienza politica e ha ribadito la necessità di vivere l'impegno politico come servizio. Infine, Marta Giovannini, Sindaco di Verduno, è intervenuta affrontando il tema della prescrizione e illustrando, fuori delle polemiche contingenti, la posizione di Italia Viva su questo tema.

Il Sen. Mauro Maria Marino ha ringraziato gli intervenuti per la qualità dei loro contributi, in primis il Sindaco di Cuneo Federico Borgna, ed è poi intervenuto sull'importanza di radicare lo “strumento” Italia Viva nei territori e ha esposto le finalità della prima Assemblea Nazionale dell'1 e 2 febbraio a Roma.

Ha poi elencato i punti su cui il contributo di Italia Viva ha fatto la differenza sulla legge di bilancio da poco approvata e si è poi concentrato sulla proposta “Shock” per l'Italia. “Ci sono 120 miliardi – ha detto – fermi in opere bloccate da burocrazie e lungaggini inaccettabili che tengono inchiodato il paese e non fanno ripartire l'economia.”

"La soluzione - ha spiegato il senatore Marino - è sul modello Expò e Pompei ma servono coraggio e volontà politica, quella che a Italia Viva non manca, e in questo senso si batterà con tutte le sue forze perché questa linea passi nell'attuale governo".

L'incontro si è concluso con alcune domande dal pubblico e l'intervento di un rappresentante del Partito Socialista che ha auspicato una buona e stretta collaborazione tra i due soggetti politici.