11/02/21
paese

Siena, elezioni suppletive, Scaramelli: "Ci sono candidature locali di alto profilo"

L'intervento pubblicato dal "Corriere di Siena", 11 febbraio 2021.

"La candidatura di Giuseppe Conte alle elezioni suppletive per il territorio senese? È una ipotesi nata e tramontata in appena 24 ore. Mi pare che questa idea non piaccia e venga ora bocciata anche da quelli ai quali era venuta in mente. Non risulta che Giuseppe Conte conosca questo territorio e nella sua azione politica non ha mai fatto niente per questa area geografica, non ve ne è traccia alcuna". Il giudizio di Stefano Scaramelli, esponente di Italia Viva e vicepresidente ciel consiglio regionale toscano, è tranciante.

L'ex sindaco di Chiusi ed ex presidente della commissione sanità in Toscana auspica che ad essere candidate alle suppletive (il collegio comprende la provincia senese ad eccezione della Valdelsa ma anche una parte della provincia aretina) siano personalità che siano espressione del territorio.  

Ancora Scaramelli: "Forse qualcuno pensa che questo sia un collegio sicuro - afferma il vicepresidente del consiglio regionale toscano - ma non è così. Io credo che una cosa sia definirsi 'avvocato del popolo' e ben altra cosa sia farsi eleggere dal popolo. Per alcuni giorni mi sembra che Pd, Leu e Movimento 5 stelle siano stati molto interessati a quello che sarà il futuro di Giuseppe Conte. A mio avviso conta invece conoscere e lavorare per il futuro del nostro Paese e del nostro territorio. Nel prossimo periodo ci saranno momenti decisivi per l'area senese, penso alle scelte che saranno fatte su Banca Mps: si dovranno tutelare i lavoratori, il marchio, il radicamento sul territorio. Poi penso alla rilevanza che avrà il farmaco degli anticorpi monoclonali realizzato da Tls (ieri è stata approvata una mozione di sostegno a TLs in consiglio regionale, ndr), ai ristori che potranno aiutare le attività produttive delle zone rosse. E più in generale penso al grande lavoro che dovrà essere fatto per velocizzare la campagna di vaccinazioni e agii investimenti necessari per il mondo della scuola".

Scaramelli condivide la necessità di una candidatura senese alle suppletive. Tra i vari nomi circolati come ipotesi c'è anche il suo. "Credo che in questo territorio ci siano persone degne d una candidatura - dichiara. - lo sono una persona nata e cresciuta qui e nel mio percorso ho avuto un consenso elettorale, la mia azione è sempre stata improntata al bene del territorio. Ritengo che anche nel Pd ci sia un gruppo dirigente diffuso, e al suo interno nomi plausibili per una candidatura. Credo che si debba dare fiducia a chi è legato e attaccato al proprio territorio. C'è la possibilità di avere candidature di alto profilo con nomi locali e non nazionali". Lo scenario politico nazionale intanto muta assai rapidamente. Dallo strappo di Italia Viva nel Conte-bis a quello che potrà essere il nuovo governo Draghi sono cambiate molte cose in poco tempo.

Alle suppletive i renziani si presenteranno o insieme al Pd e al Movimento 5 stelle? "Questo non lo so, è prematuro dirlo. Sicuramente Italia Viva sosterrà una candidatura importante, se sarà possibile condividerla con altre forze politiche ancora meglio. La nascita del nuovo governo Draghi? Sono molto contento, è una persona autorevole e competente, un profilo internazionale. Ce lo invidiano in tutto il mondo. Abita anche vicino al nostro territorio, a 10 minuti da casa mia, una volta ho avuto modo di incrociarlo ad una messa anche se non abbiamo una conoscenza diretta", conclude Scaramelli.