Governo enti locali

Scalfarotto: "Ammodernare e rendere più efficiente la disciplina degli enti locali è una priorità"

L'intervento pubblicato da "Italia Oggi", 16 marzo 2022.

''In queste ore, mentre intere città vengono distrutte, assistiamo ad un momento di grandi trasformazioni sociali ed economiche rispetto alle quali bisogna farsi trovare pronti. Non solo occorre procedere ad un tagliando del Tuel a distanza di 22 anni della sua entrata in vigore ma, alla luce dei terribili fatti che si stanno verificando, dobbiamo assicurarci di fornire ai nostri enti territoriali tutte le risorse normative e strategiche per far fronte alle nuove sfide sociali ed economiche che ci troviamo a fronteggiare. Ammodernare e rendere più efficiente la disciplina degli enti locali è una priorità ineludibile". Lo ha dichiarato il sottosegretario all'Interno Ivan Scalfarotto, con delega agli enti locali, al congresso Upi Toscana.

"Il Governo conosce e apprezza il ruolo strategico delle autonomie locali e si fa carico delle istanze degli enti provinciali. Stiamo costruendo una fase di rinnovamento e rafforzamento del ruolo dell'ente provincia grazie allo schema di riforma del Tuel che sarà posto all'esame del Consiglio dei Ministri nei prossimi giorni", ha aggiunto Scalfarotto.

"L'iniziativa normativa di riscrittura del Testo Unico incontra nel Pnrr un'occasione importante per definire i nuovi ambiti dell'azione e delle funzioni dell'ente provincia rafforzandone e stabilizzandone il quadro organizzativo. Solo in tal modo saremo in grado di rinnovare il suo ruolo essenziale di prossimità: una 'casa dei comuni' che rappresenta il tessuto connettivo dei nostri territori e che consentirà a tutti i comuni, anche i più piccoli, di fruire delle straordinarie opportunità offerte dal Piano Italia Domani", ha sottolineato il sottosegretario.

"Le Province potranno essere coinvolte in missioni di interesse nell'ambito della cultura, dello sport, del contrasto al dissesto idrogeologico, dell'economia circolare dei rifiuti. La realizzazione degli obiettivi di pianificazione territoriale rende imprescindibile l'esercizio del ruolo di raccordo, proprio delle Province, tra i Comuni e le Regioni e rappresenta per loro un banco di prova cruciale. Solo un approccio sinergico tra i vari livelli di Governo e nel rispetto del principio di leale collaborazione potrà farci conseguire gli ambiziosi obiettivi inseriti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr)'', ha concluso Scalfarotto.