Scuola

Sbrollini: "Paradossale e diseducativo che docenti no vax possano tornare a scuola senza insegnare"

L'intervento pubblicato da "il Giornale di Vicenza", 6 aprile 2022.

«Paradossale e diseducativo che docenti no vax possano tornare a scuola senza insegnare». Lo sostiene Daniela Sbrollini, senatrice di Italia Viva e capogruppo in commissione cultura, chiedendo che il ministero spieghi e modifichi il decreto riaperture.

«Da un lato - dice Sbrollini - rimane l'obbligo vaccinale per il personale scolastico, dall'altro i docenti non vaccinati torneranno a scuola e percepiranno lo stipendio senza però poter entrare in classe. Di conseguenza lo Stato si troverà a pagare oltre agli insegnanti che rimangono lontani dalle cattedre, anche i supplenti con i soldi del fondo destinato alla valorizzazione dei docenti».

«Nella legge di bilancio - prosegue la senatrice - si era ottenuto di aumentare questo fondo per valorizzare il merito, premiando quei docenti che quotidianamente lavorano in classe e si sono vaccinati. La maggioranza dei docenti vaccinandosi, unica arma per uscire dalla pandemia, ha protetto se stessa, i colleghi e soprattutto i bambini e i ragazzi. Adesso il ministero consente anche ai docenti no vax di rientrare al lavoro, li paga e non li fa entrare in classe. Qual è il messaggio che arriva ai docenti che si sono vaccinati aiutando il paese? Un decreto che riguarda il mondo dell'istruzione non può essere paradossale e diseducativo».