08/11/20
salute paese istituzioni

Sanità, Calabria. Nomina Cotticelli, Rosato: "Una gigantesca vergogna"

L'intervento pubblicato da "il Quotidiano del Sud", 8 novembre 2020.

Commissario della sanità calabrese, responsabile del piano Covid regionale a sua insaputa. Saverio Cotticelli è il caso del giorno. Tanto che ieri sera è già stato sostituito da Giuseppe Zuccatelli, attuale commissario straordinario dell'Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro e dell'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini, dopo Le dimissioni presentate ieri pomeriggio al ministro della Salute Roberto Speranza e al titolare dell'Economia Roberto Gualtieri.

Troppo forte l'impatto mediatico dell'intervista andata in onda venerdì sulla Rai, durante il programma Titolo V. Il giornalista chiede prima perché la Calabria sia stata indicata come zona rossa. «Non lo so», risponde Cotticelli. Che non sa nemmeno quanti siano i posti di terapia intensiva attivati nella regione. «Li abbiamo raddoppiati», dice. «Sta dicendo che i posti in terapia intensiva oggi sono 214?», incalza il cronista. «No, sono 150 già attivati ma siamo pronti ad implementarli ancora, adesso non mi ricordo esattamente il numero», la replica zoppicante. Il siparietto grottesco prosegue con l'entrata in scena di una certa «Maria», che sarebbe Maria Crocco, il sub-commissario. «Mari, quante terapie intensive abbiamo attivato?», chiede spaesato il commissario. «Non ne hai attivati, quelli che hai previsto nel piano», risponde Crocco. Segue il rumore della porta che sbatte. Poi interviene un altro uomo che parla di «55 posti letto di terapia intensiva attivati per un totale di 161». L'anonimo però specifica: «lo faccio l'usciere». Questo è il finale di un'intervista in cui Cotticelli ribadisce all'inizio di non essere il responsabile del piano Covid per la Regione Calabria, quindi dice di aver chiesto al Ministero della Salute a chi spettasse realizzare il piano, infine recupera la risposta del Ministero, datata 27 ottobre, e ammette: «Dice che nelle Regioni sottoposte a piano di rientro e commissariate il potere/dovere di predispone e adottare il programma operativo Covid-19 compete esclusivamente alla struttura commissariale».

Una figuraccia che è costata il posto a Cotticelli, dopo che il servizio televisivo è rimbalzato sui social durante tutta la giornata di ieri, provocando la reazione indignata della politica.

Ettore Rosato - vicepresidente della Camera e presidente di Italia Viva, forza di governo - è uno dei primi a commentare l'imbarazzante intervista dell'ormai ex commissario Cotticelli e lo mette subito in chiaro: «Una vergogna, una gigantesca vergogna. Questo è il commissario che il governo gialloverde ha nominato in Calabria. Un incapace ad essere generosi. Via subito».