17/10/20
parlamento paese

Rosato: "Nostro diritto essere consultati. Da Conte aspettiamo uno scatto"

Estratto dell'intervista di Maria Teresa Meli per il "CORRIERE DELLA SERA", 17 ottobre 2020.

Onorevole Ettore Rosato, la richiesta di Italia viva di un tavolo di maggioranza con Conte è una scusa per arrivare al rimpasto?

 

«No, una richiesta che mi sembra motivata dalle cose che vediamo ogni giorno. C'è bisogno di condividere, decidere e lavorare insieme per dare più forza al governo in un momento drammatico per il Paese».

 

Secondo voi non c'è abbastanza collegialità?

 

«Abbiamo difficoltà a capire dove si decidano molte cose. Sul Mes, per esempio, dov'è il tavolo che assumerà una decisione, visto che è un tema da cui dipendono molti degli investimenti che questo Paese deve fare sulla salute? E così su tante altre questioni.

Cerchiamo di non trovarci ogni volta in Aula ad affrontare dei temi senza averne potuto discutere prima con chiarezza. E poi c'è un'altra grande questione, quella di come spendere le risorse del Recovery Fund.

Su questo io penso che una discussione serrata nella maggioranza possa aiutare a fare le cose meglio e con maggiore trasparenza».

 

Conte, però, non sembra interessato al tavolo politico da voi richiesto o alla verifica sollecitata dal Pd.

«Io sono 'contiano', nel senso che capisco i problemi del Premier in questa fase difficile, però sono convinto che fare squadra in questo momento sia indispensabile per fare meglio».