16/07/21
Infrastrutture paese

Le risorse europee destinate al Terzo Valico possono liberarne altre per la Liguria. Paita: "Buona notizia"

L'intervento pubblicato da "Genova - la Repubblica", 16 luglio 2021.

La Liguria vince la sua partita con l'Europa e nella prima tranche di finanziamenti del Recovery Plan, circa 25 miliardi che arriveranno tra fine luglio e inizio agosto, si aggiudica una cospicua dote di fondi per una delle opere fondamentali per uscire dall'isolamento, il Terzo Valico. Una cospicua parte dei finanziamenti approvati da Bruxelles, infatti, rientra nella "Missione 3" del PNRR, dedicata alle infrastrutture per una mobilità sostenibile che, qui vogliono dire alta velocità ferroviaria lungo la direttrice "Liguria-Alpi".

«I fondi destinati al corridoio - sottolinea la presidente della Commissione Trasporti della Camera, Raffaella Paita - permetteranno di liberare risorse che potranno essere utilizzate per altri interventi. Il nostro auspicio è quello di riuscire a tenerli in Liguria per finanziare nel contratto di programma di Rfi, il raddoppio del ponente e la Pontremolese. Ci stiamo lavorando, e li abbiamo inseriti all`interno del 'decreto opere' proprio per dargli priorità. Il governo Draghi sta facendo cose importanti per la Liguria e sono molto contenta perché, nell'ambito della commissione che presiedo, abbiamo dato un contributo decisivo. Questo è un ottimo segnale per uscire dall'isolamento e con la situazione di caos che c'è in ambito autostradale il rafforzamento delle ferrovie è un dato positivo».