12/09/20
parlamento Puglia regionali paese

La sfida di Renzi ad Emiliano: "Lui e Fitto pari sono"

Intervista di R.Calpista, "La Gazzetta del Mezzogiorno", settembre 2020.         

Matteo Renzi - ex premier, ex segretario del Pd e ora leader di Italia viva - entriamo subito a gamba tesa: chi, tra Emiliano e Fitto ritiene politicamente più distante?
Entrambi, per una ragione semplice: sono due facce della stessa medaglia. La Puglia ha conosciuto Fitto e ne ha dato un giudizio inappellabile alle regionali del 2005. E ha purtroppo conosciuto Emiliano. Uno e trino: governatore, assessore alla Sanità, assessore all`Agricoltura. Un disastro su tutti i fronti. Il peggior notabilato che si possa immaginare e che ha tenuto bloccate le energie migliori. Con Ivan Scalfarotto noi abbiamo coltivato un`altra idea di Puglia, Mezzogiorno, politica. Mettiamo a disposizione dei pugliesi concretezza e capacità di governo, competenza e coraggio, quello che porta a fare le scelte invece di dire tutto e il contrario di tutto come fa Emiliano. Lui e Fitto sono quello che noi non siamo e non vogliamo essere. Il populista e il sovranista. Da entrambi mi distingue una cosa fondamentale: io continuo a lavorare per un fronte riformista ampio, inclusivo, aperto, dinamico, alternativo a due estremismi pericolosamente parolai. Un riformista che dice no alle ammucchiate, alle alleanze massimaliste, al sovranismo. Ho un`urgenza. Dare risposte all`Italia che vede precipitare il suo Pil.

Italia viva, con il candidato alla presidenza della Regione Puglia Ivan Scalfarotto, secondo i sondaggi è accreditata di una percentuale che può valere la vittoria o la sconfitta del centrosinistra. Il gioco vale la candela? E perché?
Non ci sto a questa narrazione strumentale. Se Italia viva farà la differenza vuol dire che una parte della società pugliese dice no a Emiliano, Fitto, i SStelle, indicando il bisogno di una alternativa vera. Noi siamo l`alternativa tra modelli di governo obsoleti. Per la mia storia, per quanto ho fatto quando ero al governo era impossibile pensare che avrei appoggiato Emiliano. Se la candidatura fosse stata quella di Teresa Bellanova adesso vedremmo un altro film. L`ho detto e lo ripeto: ho fatto nascere questo governo ma non andrò mai ad occhi chiusi nelle braccia dei grillini. E gli occhi li ho sempre bene aperti.

Chi volesse leggere tutta l'intervista di Matteo Renzi la può trovare qui