territori giustizia

Renzi agli studenti premiati a Ercolano: "Voi siete la generazione che distruggerà la camorra"

L'intervento di Matteo Renzi in visita a Ercolano, la notizia su "Cronache di Napoli" e "il Mattino", 16 maggio 2022.

Un grido contro la guerra e contro la camorra si è sollevato da Villa Campolieto, dove sono state consegnate le borse di studio finanziate con le indennità del sindaco Ciro Buonajuto. Un'iniziativa che ha avuto come filo conduttore la pace. Insieme a Buonajuto, si sono alternati esponenti delle forze dell'ordine, della magistratura e della politica, ma anche del mondo dello spettacolo.

Infatti, lunedì 16 maggio 2022, appunto presso Villa Campolieto, a Ercolano, a partire dalle 9:00, si è tenuta la cerimonia di consegna delle borse di studio agli studenti dell'Istituto Superiore "Tilgher", del Liceo Flacco di Portici e dell'Istituto Superiore Pantaleo di Torre del Greco.

Nel corso della cerimonia di consegna si è tenuto un dibattito sulla legalità, durante il quale sono intervenuti gli studenti stessi. Con loro, si è confrontato Matteo Renzi, ospite dell'evento.

Al dibattito hanno preso parte anche il sindaco Ciro Buonajuto; il procuratore Federico Cafiero de Raho; il presidente emerito della Corte d'Appello di Napoli, Antonio Buonajuto; il console ucraino a Napoli, Maksym Kovalenko; il presidente della Fondazione Polis, don Tonino Palmese; Luigi Nicolais. Presenti alla cerimonia anche gli artisti Cristina Donadio e Andrea Sannino.

"Oggi siamo ad Ercolano a parlare di legalità e giustizia insieme al sindaco Ciro Buonajuto e Cafiero de Raho", ha esordito Renzi, durante il suo intervento rivolto agli studenti.

"Noi pensiamo - ha detto Renzi, parlando agli studenti premiati - che la scuola sia il punto di partenza e di ripartenza". "Voi siete la generazione che già c'è. Non sempre vincerete tutte le vostre partite, ma potrete provarci e il bello sarà rialzarsi dopo le cadute", ha proseguito. "Sarete - ha esortato Renzi - la generazione che distruggerà la camorra, lo dico con le parole del procuratore de Raho". "Con il vostro impegno - ha proseguito - porterete la legalità ad essere non uno slogan, ma la quotidianità".

"Ciro Buonajuto, il sindaco, ha dimostrato su questo territorio come, impegnandosi ognuno nel suo piccolo, si può togliere il terreno sotto i piedi alla criminalità organizzata. Si può fare, ve lo ha detto il Procuratore Antimafia oggi. Ma anche tenendo fede al ricordo di Falcone e Borsellino e degli uomini e delle donne della loro scorta. Allora sembrava impossibile dover sopportare che la mafia uccidesse in quel modo. Da quella drammatica estate, che ha portato al martirio delle loro vite, siamo qui oggi a dire che si può fare, la criminalità si può distruggere", ha proseguito Renzi. "L'importante - ha sottolineato Renzi - è che vi formiate e vi informiate". "E che capiate  - ha concluso - che politica è mettersi in gioco".

Chi lo desidera può rivedere l'intervento a questo link.