territori elezioni 2022

Renzi a Milano: "Qui faremo un risultato superiore alla media nazionale"

La notizia su "il Giorno", "Milano - la Repubblica" e altri quotidiani, 30 agosto 2022.

«Il risultato del Terzo Polo in Lombardia sarà superiore a quello nazionale per la qualità della squadra e per la straordinaria importanza del territorio. Andremo in doppia cifra? Vedremo». Parole del fondatore di Italia Viva Matteo Renzi, che ieri era alla Stelline per la presentazione delle candidature lombarde della lista di Azione e Italia Viva alle Politiche.

Riuniti al Palazzo delle Stelline tutti i candidati di "Italia sul serio" nelle circoscrizioni lombarde: dalla ministra Mariastella Gelmini, al sottosegretario alla Salute Andrea Costa, da Ivan Scalfarotto a Giusy Versace. E ancora, tra gli altri: la deputata uscente Lisa Noja, insieme alla "collega" a Palazzo Marino - sede del Consiglio comunale di Milano - Giulia Pastorella, oltre a Mattia Mor, Lucia Annibali e al consigliere regionale Niccolò Carretta, coordinatore lombardo di Azione.

Renzi è convinto che il Terzo Polo conquisterà voti sia da destra che da sinistra: «Chi ha votato FI in passato può votare ancora un partito che lascia alla Meloni la leadership della destra? La destra europeista e popolare può essere rappresentata dalla leader di Fdl? Per me no. Così come chi ha votato il Pd riformista che arrivò al 40% ora può essere rappresentato da chi dice no alla proprietà privata partendo dai jet e vuol mettere un limite ai profitti (le proposte di Verdi e Sinistra Italiana, ndr)? Sono indizi di semi non liberali. Come si fa a votare questo Pd? Non lo voti».

La conclusione: «I riformisti di sinistra e i moderati di destra voteranno Terzo Polo».

Su un'eventuale candidatura di Letizia Moratti alle Regionali lombarde, invece, Renzi dichiara: «Quando ero premier e la Moratti era ex sindaco di Milano la ringraziai pubblicamente dal palco per il lavoro fatto per l'Expo 2025. Oggi è un assessore della Giunta Fontana. Noi non abbiamo ancora preso decisioni sulle Regionali. Da qui ad aprile avremo modo di parlarne».

Renzi, infine, conferma il «giudizio positivo» sul sindaco Giuseppe Sala e assicura che lv sosterrà l'amministrazione comunale milanese anche dopo le Politiche. Sul futuro nazionale del sindaco, invece, l'ex premier è netto: «Mai creduto che Sala si candidasse con Di Maio. Nessuna persona che gode della mia stima lo farebbe».