territori elezioni 2022

Renzi a Como: "Sui frontalieri boutade di Salvini"

La notizia su "la Provincia", 13 settembre 2022.

Matteo Renzi torna a Como e sui frontalieri ribatte a Salvini e al Pd. Quanto alle elezioni tra Letta e la Meloni, Renzi sceglie Draghi. Ieri in via El Alamein, ospite degli esponenti locali di Italia Viva e dei candidati di Azione, è arrivato l'ex premier Matteo Renzi.

La tappa a Como è una delle tante nell'agenda del politico toscano, convinto che scegliere alle urne Azione e Italia Viva, il terzo polo, sia il vero voto utile. «Sì perché noi fino all'ultimo momento stiamo sostenendo e aiutando il premier Mario Draghi - ha detto Renzi - per riuscire a far fronte alle tante gravi emergenze di questo momento. Noi siamo utili, al contrario di chi ha messo in atto il vergognoso blocco al decreto aiuti, ovvero il M5S. Senza questa misura salta il banco per imprese e famiglie strette dalle pressioni del caro bolletta e della crisi energetica. Insomma noi continuiamo a servire il Paese a differenza di altri. Tipo quelli che hanno mandato a casa Draghi e che ora gli chiedono di risolvere i problemi».

Altri, per esempio secondo Renzi anche Matteo Salvini, il leader della Lega che ha appena promesso di istituire un ministero per i lavoratori frontalieri, strizzando l'occhio anche agli elettori comaschi. «Parliamo di cose serie, dai, non di Salvini - ha ribattuto il fondatore di Italia Viva - è l'86esimo ministero che promette. C'è un numero massimo di membri del governo da nominare per legge. La legge morale poi impone ad un politico di fare proposte praticabili. Salvini ha detto tutto e il contrario di tutto, dal reddito di cittadinanza al Job's Act. Sui temi dei frontalieri servono soluzioni concrete e precise, i problemi si risolvono in modo bipartisan. I soldi ci sono. Sul Family Act, una misura nata alla Leopolda, erano state stanziate tutte le risorse necessarie per aiutare i frontalieri. Il ministro del Lavoro Andrea Orlando però tra uno spot e l'altro si deve ricordare di firmare i decreti attuativi e l`Inps poi deve attivarsi per attuarli». Quanto alle misure pensate per aiutare i frontalieri a cui Renzi ha fatto riferimento c'è l'assegno familiare.

Insieme a Renzi ieri a Como c'erano alcuni candidati locali di Azione, il partito guidato da Carlo Calenda che si è unito al centro con Italia Viva. Per esempio Anna Veronelli, Giusy Versace, Mauro Del Barba e Maria Chiara Gadda.

L'ex premier si è intrattenuto anche con Maurizio Traglio, già candidato sindaco per il centrosinistra proseguendo il suo tour elettorale a Fondazione Cometa.

Renzi tra foto e autografi ha risposto anche all'ultima battuta: meglio il segretario del Pd Enrico Letta o la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni? «Meglio Mario Draghi», ha risposto Renzi senza un attimo d'esitazione.