inhomepage elezioni 2022 renew europe

Renew Europe in Italia, Renzi: "Oggi inizia un percorso, la sfida di rendere l'Europa la casa della democrazia"

L'Italia, sul serio: il nostro appuntamento di apertura della campagna elettorale, a Milano, 2 settembre 2022.

È il Superstudio di via Tortona, luogo simbolo di Milano, lo spazio scelto da Carlo Calenda e Matteo Renzi per l'inaugurazione della campagna elettorale del terzo polo.

All'interno della sala, già piena un'ora prima dell'evento, più di 5000 persone seguono l'evento. Fuori, numerosissimi simpatizzanti chiedono di entrare: è a loro che vanno innanzitutto il nostro grazie e le nostre scuse e l'invito a seguire l'evento sui nostri canali social.

Un megaschermo accoglie gli ospiti alternando, sempre su campo blu, il nostro slogan "L'Italia sul serio" affiancato dal simbolo della lista che riunisce Azione e Italia Viva, con la scritta "Renew Europe", il nome del gruppo al Parlamento europeo che il terzo polo rappresenta in Italia.

Tra i tanti amici seduti nelle prime file, accanto a Matteo Renzi e Carlo Calenda, le ministre Elena Bonetti, Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini; il presidente Iv Ettore Rosato; il sottosegretario all'Interno Ivan Scalfarotto; gli europarlamentari Nicola Danti e Sandro Gozi; i parlamentari Maria Elena BoschiMatteo Richetti, Luigi Marattin.

E ancora, l'ex assessore milanese Sergio Scalpelli, in Giunta con Albertini, l'ex vice sindaco della Giunta Pisapia, Ada Lucia De Cesaris, l'ex ministro Enrico Costa

Sul palco, a fare gli onori di casa, l'Assessora al Lavoro del Comune di Milano, Alessia Cappello, cui spetta il compito di introdurre i lavori e i primi interventi. "Milano - dice Alessia Cappello - è la casa ideale per il nostro progetto liberale e riformista, che non poteva che partire da qui".

Giulia Pastorella e Lisa Noja sono le prime voci ad alternarsi sul palco, per portare la testimonianza di un impegno, il nostro, che guarda ben oltre il prossimo 25 settembre. E sono numerosi gli interventi dei nostri candidati ed esponenti che, nel corso della serata, danno il  loro contributo, prima delle conclusioni affidate a Carlo Calenda: fra loro, le ministre Bonetti, Carfagna e Gelmini e gli europarlamentari Sandro Gozi e Nicola Danti.

Ed è proprio questo il filo conduttore dell'intervento di Matteo Renzi, accolto sul palco da una standing ovation dei presenti: l'idea di una sfida che inizia oggi e guarda lontano. "Oggi - dice Renzi - inizia un percorso straordinariamente difficile e affascinante. Una sfida, quella di rendere l'Europa la casa della democrazia". "Vogliamo sfidare la sovranista Meloni all'elezione diretta del presidente della Commissione europea - prosegue Renzi - perché l'Europa ha bisogno di democrazia e del nostro impegno".

"Noi siamo l'unico voto utile - spiega Renzi - se ne è accorto chiunque negli altri schieramenti e ci attaccano". E lo siamo "affinché l'Italia torni a crescere". Siamo gli unici, prosegue Renzi, ad avere le carte in regola "sul sì alle infrastrutture, sull'europeismo, sul sostegno a Mario Draghi". Nelle altre coalizioni, ha sottolineato Renzi, ci sono esponenti che hanno detto no a tutto, che hanno proposto l'uscita dall'euro e che non hanno votato la fiducia al Governo Draghi. Incoerenze non imputabili in alcun modo al terzo polo.

Un europeismo a giorni alterni, insomma: mentre Italia Viva e Azione, nelle parole di Renzi, si impegnano già da ora affinché il primo evento da partito unico si tenga a Ventotene, con i ragazzi della Scuola di Formazione Politica.

Un passaggio, infine, Renzi lo dedica alla scelta di fare un passo di lato. "La generosità non è eroismo, è la capacità di riconoscersi parte di una squadra. Per questo io per primo sono felice che a guidare questa partita sia Carlo e io al suo fianco". "Non è eroismo - conclude Renzi - il fatto di dare una mano. Un sacerdote a cui sono molto legato mi diceva, 'Dio c'è ma sei tu. Rilassati'". Parole che che raccolgono l'entusiastico applauso dei presenti. Insomma, una "magnifica partenza da Milano per il progetto Italia Sul Serio. Grazie a Carlo Calenda. E il meglio deve ancora venire", ha twittato Renzi, a margine dell'evento.

Chi lo desidera può rivedere l'intero evento sul nostro canale You Tube o sulla nostra pagina Facebook. A questo link, invece, è disponibile la playlist degli interventi.