14/08/20
territori regionali

Regionali, Toscana, Danti: "Insieme batteremo il sovranismo"

L'intervento dell'europarlamentare di Italia Viva su "la Nazione", 14 agosto 2020. 

"Abbiamo i candidati migliori di tutta la coalizione» esordisce Nicola Danti, europarlamentare, punto di riferimento di Italia Viva per la Toscana. Le liste per i tredici collegi delle elezioni regionali toscane sono a posto. Il partito di Matteo Renzi si presenterà con Più Europa ovunque.

«Finite le liste per cui ringrazio dell'entusiasmo tutti coloro che hanno dato la disponibilità a candidarsi - spiega Danti - ci buttiamo dalla settimana dopo Ferragosto nella campagna elettorale più strana della storia italiana». L'obiettivo «è uno e uno solo: battere populismo e sovranismo che renderebbero la Toscana peggiore».

Le polemiche anche nella coalizione del centrosinistra? «Per ora le mettiamo da parte, c'è un risultato comune da raggiungere». Italia Viva schiera una squadra variegata: politici, amministratori, professionisti, società civile. «Un mix vincente - continua Danti - la percentuale dei voti ce la conquistiamo sul campo, porta a porta, con un dialogo serrato o e proficuo con i cittadini. Ce ne sono tanti che aspettano risposte che ancora nessuno gli ha dato».

Ecco alcuni nomi dei candidati di Italia Viva.

I politici: l'assessore regionale uscente Stefania Saccardi, capolista nei tre collegi fiorentini, Stefano Scaramelli, capolista a Siena, Massimo Baldi a Pistoia. Poi c'è il gruppo degli amministratori dei Comuni: Alessandro Cosimi, ex sindaco di Livorno, Tommaso Triberti sindaco di Marradi, Claudio Novoa sindaco di Mulazzo.

Alcuni ex sindaci: Francesco Grasso di Montevarchi, Daniele Bernardini di Bibbiena e Alberto Baccini di Porcari. A Firenze città correrà anche Maurizio Sguanci, presidente del Quartiere del centro storico passato dal Pd a Italia Viva.

Poi grande spazio alle professionalità provenienti dal mondo della sanità con Valerio Pizzuti, urologo, primario di Grosseto, Giovanni Silvestrini a Firenze 2 e l'ortopedico Giusto Chiaracane, famoso anche per aver operato Valentino Rossi al Cto di Firenze. Significativa a Livorno anche la candidatura di Claudia Agostini, farmacista, «donna coraggiosa che sta combattendo contro la Sla che ci insegna quanto deve essere forte la voglia di vivere».

Tra gli imprenditori, Simone Campinoti di Empoli, renziano della primissima ora, e poi un team di avvocati, consulenti del lavoro, altri professionisti che si Alessandro Cosimi vogliono impegnare.

E tanti giovani.

«Vogliamo una Toscana globale, solidale e laboriosa che tende a sviluppo, infrastrutture, innovazione» sottolinea Danti. Con Demos «il discorso è chiuso: l'accordo era già stato trovato e poi sono andati col Pd». Le percentuali possibili? Doppia cifra o come dicono i sondaggi intorno al 6-8 %? «In campo per un voto in più» da conquistare non solo sui social ma anche nei luoghi di aggregazione. La lista Orgoglio toscano? È quella del Presidente che Italia Viva non voleva? «Non ci dà noia se si dimostrerà un valore aggiunto» ripete Danti. Insomma le polemiche sono rimandate al 22 settembre.