03/09/20
territori regionali

Regionali, Puglia, Foggia: presentate le liste Iv alla presenza della Ministra Bellanova

Visita della Ministra nel Tavoliere. La notizia su "l'Attacco", "la Gazzetta di Foggia" e altre testate locali, 3 settembre 2020.

"Serve coraggio. Il coraggio di cambiare questa straordinaria regione senza essere costretti di scegliere tra il centrodestra e il populismo di Michele Emiliano. E ho provato una bellissima sensazione, stamattina, partecipando insieme a Ivan Scalfarotto alla presentazione delle candidate e dei candidati di Italia Viva Foggia. Donne e uomini appassionati ed entusiasti di poter rappresentare per questa Regione una possibilità nuova, credibile, competente, determinata. Fuori dalle logiche del peggior notabilato che ha caratterizzato questi anni e capace di costruire prospettive territorio per territorio. A ogni candidata e ogni candidato la domanda: che Puglia sogni? Sono emersi spunti per un programma politico di grande qualità, che Ivan Scalfarotto incarna come meglio non si potrebbe. Perché conosce le imprese, sa cos'è l'internazionalizzazione, sa che cosa significa creare lavoro facendo investimenti giusti, sostenendo ricerca e innovazione. Perché crede nel riformismo nelle persone, nel futuro di questa regione. E allora restituiamo alla Puglia il futuro che merita, #StavoltaScalfarotto".

Così la Ministra Teresa Bellanova ha commentato, con un post Facebook, la presentazione delle liste di Italia Viva, a sostegno del candidato alla presidenza della Regione Puglia, Ivan Scalfarotto, a margine della sua visita di ieri in provincia di Foggia. La ministra, infatti, ha trascorso la giornata nel Tavoliere delle Puglie, facendo tappa in diverse realtà aziendali locali.

Come riporta "l'Attacco", si è trattato di "un minitour per le aziende agricole del Tavoliere per toccare con mano le realtà più importanti del territorio e saggiarne potenzialità e criticità, questo l'obiettivo della ministra alle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova che ieri ha visitato l'azienda vinicola Mastropasqua Intemational Spa e l'azienda ortofrutticola AgriDaniele di Zapponete, gli impianti di mitilicoltura, pescicoltura e l'impianto sperimentale alghe Gruppo Cariglia- PortoAltifondali, a Manfredonia, l'azienda agricola Querce di Mamre a Foggia, la cooperativa agricola Coltivatori di Apricenae l'azienda agricolaex San Michele di Lesina. Ciascuna a suo modo eccellenza del territorio ma con tante sfide da affrontare".

"Gli imprenditori — ha commentato la Ministra Bellanova a "l'Attacco" al termine degli incontri - mi hanno parlato sicuramente della necessità di accelerare sulla sburocratizzazione e sulla semplificazione. Mi hanno parlato delle gravi difficoltà che hanno incontrato nell'accedere ai finanziamenti regionali perché il Psr non è stato in grado di dare alle imprese quelle che sono le risorse che le imprese meritavano di avere. Ma in questo giro ho visto soprattutto delle grandi eccellenze, imprese e imprenditori che han no stretto i pugni e hanno detto: 'noi dobbiamo andare avanti e dobbiamo fare investimenti anche là dove il pubblico non è stato in grado di garantirei di saper valutare i progetti'. A Manfredonia ho visto un'azienda di acquacoltura, davvero un'esperienza che bisogna far conoscere non solo a livello regionale ma anche oltre. lo come ministra ho voluto tenere per me la delega sulla pesca e l'acquacoltura perché ritengo che in questo comparto non solo si può creare redditività e si può essere competitivi a livello nazionale ed internazionale ma si possono creare opportunità di lavoro per quei ragazzi e quelle ragazze che non vengono a fare un lavoro povero, ma tornano qui con le loro competenze, con lauree d'eccellenza conseguite nelle migliori università italiane e possono mettere le loro conoscenze disposizione di un settore e avere soddisfazione dal punto di vista professionale e anche dal punto di vista di un reddito dignitoso".

Riflettori puntati anche sul Piano di Sviluppo Rurale, ieri, durante il tour elettorale della ministra dell'Agricoltura, Teresa Bellanova, a sostegno del candidato alla presidenza della Regione, Ivan Scalfarotto.

La ministra ha incontrato il comitato di presidenza di Confagricoltura Foggia «per un confronto - si legge in una nota - sulle problematiche che affliggono il mondo agricolo. In particolare si è posto l'accento sull'ormai annosa questione Psr Puglia, le imprese rischiano non solo di non poter usufruire di tali fondi ma di veder Ci auguriamo - il commento di Confagricoltura - una soluzione definitiva a un problema che rischia di incancrenirsi».

«In Puglia - ha aggiunto a tal proposito la ministra Bellanova - purtroppo in questi anni è stato fatto il contrario. Quando si parla di rischio di restituire le risorse all'Europa, non si valuta appieno che cosa significhino i ritardi. Non c'è solo il problema di gestione delle risorse comunitarie: con quelle somme si incontrano opportunità di mercato e possibilità di creare lavoro rendere più competitivo il sistema produttivo. Fatto con mesi di ritardo significa negare a quegli imprenditori spazi di mercato».

Nel corso dell'incontro Bellanova ha annunciato misure anche in favore dei ristoratori colpiti dall'emergenza Covid: «In questi giorni - ha detto - in Parlamento è in discussione una norma che porta a 600 milioni di euro i fondi destinati alla ristorazione, a quelle tante pizzerie e ristoranti che hanno aperto e che stanno sostenendo costi molto alti, ma anche a quelli che non hanno aperto ai quali noi vogliamo dare circa cinquemila euro di fondo perduto per acquistare prodotti che devono essere esclusivamente made in Italy».

«Una misura - ha aggiunto Bellanova - che dà una risposta a due problemi: da un lato ai ristoratori che rischiano di non aprire. E dall'altro dà una risposta alle imprese agricole, dell'agroalimentare, della pesca e dell'acquacoltura che hanno prodotti di eccellenza che vengono consumati soprattutto nei luoghi della ristorazione».