territori elezioni 2022

Reggio Emilia, Manghi: "Qui il centro liberale c'è già"

L'intervento pubblicato da "il Resto del Carlino", 12 agosto 2022.

Il Terzo polo, nato ieri dall'accordo tra Azione di Carlo Calenda e Italia Viva di Matteo Renzi, si affaccia alle elezioni del 25 settembre.

Maura Manghi, coordinatrice reggiana di Italia Viva, scommette su un futuro a lungo termine della coalizione centrista: «Per noi non si tratta di una mera alleanza elettorale, ma del seme di un partito liberai democratico per il quale noi di lv Emilia-Romagna ci battiamo da un anno e mezzo perché nasca».

Può esserci di nuovo un'intesa col Pd?
«Noi siamo liberali: non si può polarizzare la politica tra un centrodestra sempre più spostato a destra e un centrosinistra in cui prevale la sinistra, vedi l'addio dato da Calenda. Ora ci presentiamo con un'alternativa che vuole aggregare chi non si riconosce nel Pd e nel centrodestra. Ma il dialogo non si interrompe: lo stesso governatore regionale Stefano Bonaccini ha detto che si può governare insieme se alla base ci sono scelte riformiste».

Da oggi, siglato l'accordo, comincia la scelta dei candidati: «A noi, e lo abbiamo detto al partito, farebbe piacere che ci fossero in lista persone del territorio, perché lavoriamo sul territorio. Dovremo arrivare a un accordo anche con Azione e con Federico Pizzarotti (ex sindaco di Parma, esponente della Lista civica nazionale, ndr). Ora i coordinatori regionali di lv Giorgia Bellucci e Stefano Mazzetti dovranno lavorare sui nomi e le ripartizioni per collegi».