parlamento Quirinale

Quirinale, Boschi: “Uomo o donna, all'altezza di Mattarella”

L'intervista pubblicata dal quotidiano "Alto Adige", 10 gennaio 2022.

Una donna al Quirinale, onorevole? Con Maria Elena Boschi si sfonda una porta aperta. «Guardi, ho fatto esperienza in un governo, quello di Matteo Renzi, che aveva meta donne e metà uomini come ministri... Il primo nella storia d'Italia, in assoluto. E io stessa sono stata la prima Sottosegretaria donna alla Presidenza del Consiglio con Gentiloni».

Dunque, con la deputata di Italia Viva, la questione delle pari opportunità è ben dentro la sua esperienza politica. Ma poi aggiunge: «Sempre con Renzi, siamo stati noi a indicare Mattarella. Ecco, donna o no, sarà importante individuare un profilo alla sua altezza e su questo trovare un accordo. Non come Conte».

Perché Conte, onorevole?
La sua idea di eleggere una donna mi è sembrata più un modo per ottenere facile consenso che non una proposta politica seria e strutturata. E su cui costruire un vero accordo. Tant'è che è stata già smentita dagli stessi gruppi parlamentari del MSS.

Ma una donna sarebbe un segnale, no?
Certo! Come allo stesso modo sarebbe bene il tempo di avere donne anche al vertici dei quotidiani, delle aziende, della magistratura. Dobbiamo tutte e tutti impegnarci. Io, nelle mie possibilità, quando ero Ministra alle Pari Opportunità, ho cercato di farlo.

Si sta iniziando ad individuare un nome per il Quirinale?
Si dovrà avere coraggio. Nel 2015, con Renzi, ricordo che indicammo il nome di Mattarella e riuscimmo ad eleggerlo come avevamo promesso. Anche se fino a pochi giorni prima nessuno avrebbe immaginato quel nome.

Mentre adesso anche i Cinque Stelle lo rivorrebbero.
Appunto, proprio loro. A distanza di sette anni, tutti riconoscono che fu un'ottima scelta e ora proprio il M5S ne chiede la riconferma. Addirittura...

Perché addirittura?
Perché loro ne avevano chiesto l'impeachement, nel 2018. Adesso non se lo ricordano più. 

E dunque, su chi si lavora in Parlamento?
Direi su cosa. Noi tutti, nel nostro gruppo, stiamo lavorando per avere un nome all'altezza di Sergio Mattarella.

Che profilo dovrà avere?
Essere garante delle istituzioni, per prima cosa. E poi un o una europeista convinta o convinto. Un garantista, una persona in grado di ottenere il consenso più largo possibile. Su questo punto devono convergere gli sforzi di tutti.

Draghi?
Un grande primo ministro, europeista, competente, garante delle istituzioni.