enti locali

Quinto Vicentino, Sbrollini: "Dopo il caso del Sindaco Segato serve una nuova legge"

L'intervento pubblicato da "il Giornale di Vicenza", 15 giugno 2021.

Il caso del sindaco di Quinto Vicentino Renzo Segato supera i confini provinciali e diventa tema di discussione in tutta Italia. Una pubblicità della quale Segato, condannato a 300 euro di multa per lesioni colpose dopo che una donna era inciampata su un'impercettibile sporgenza di un marciapiede del suo paese, avrebbe fatto volentieri a meno, continuando senza clamori il suo quotidiano impegno di primo cittadino giunto oramai a metà del secondo mandato. Il suo caso è diventato invece tema di discussione anche su una pagina Facebook di primi cittadini, dove sta ricevendo incoraggiamento.

"Piena solidarietà ad una persona coscienziosa. È incomprensibile come si possa individuare una colpa nell'operato di un sindaco quando chiunque sa che non esistono risorse sufficienti per risolvere tutti e subito i problemi grandi e piccoli che esistono in un comune. Completa condivisione del suo punto di vista come sindaco" si legge anche in una nota della senatrice di Italia Viva Daniela Sbrollini.

"Conosco Renzo Segato da molti anni e lo stimo per il suo impegno verso la sua comunità - afferma Sbrollini -. Quello che gli è successo è paradigmatico di come la legge non sia adeguata. E poi ci si chiede come mai sia difficile trovare candidati di valore a cariche amministrative per cui si rischia tutto in cambio praticamente di niente. Non c'è assicurazione che copra disavventure in cui la responsabilità personale non è legata alle colpe personali ma solo alla carica ricoperta. Ogni disponibilità civica a queste condizioni è rimessa in discussione. Serve sicuramente una legge che modifichi queste lacune normative".