01/12/19
Italia Viva territori

Prima assemblea di Italia Viva a Faenza

Al lavoro per un'uscita pubblica. Nel gruppo anche gli ex dem Mammini e Fastelli. Presenti il deputato Di Maio e l'assessore ravennate Fagnani 

Si è riunito per la prima volta, lo scorso venerdì sera, ai Salesiani, il comitato faentino di Italia Viva, fondato appena alcune settimane fa. Ne fanno parte alcuni nomi ben noti della politica cittadina. Come gi ex-dem Matteo Mammini e Fabrizio Fastelli.

Il primo è stato assessore all'urbanistica dal 2010 al 2015, e ancora prima fece parte della delegazione faentina in trasferta a Roma all'ultimo congresso della Margherita, che sancì la nascita del Pd, nel lontano 2007.

Fastelli è invece, dal 2015, nello staff del sindaco Malpezzi. Dal 2010 al 2015 era stato consigliere comunale, negli stessi anni in cui ne fece parte uno dei suoi compagni d'avventura in Italia Viva, che allora era però all'opposizione, e cioè Alessio Grillini.

Il 41enne ex-candidato sindaco per la lista civica Io Faentino - sostenuta dall'allora Nuovo Centro Destra - ha sorpreso molti aderendo al nostro progetto politico, scelta rivendicata però come del tutto in linea con la sua sensibilità di politico ed elettore liberale e moderato.

L'età media di Italia Viva Faenza è molto bassa. Tanti i giovanissimi, come il primo a iscriversi, Francesco Savorani, classe '99. Alla serata di fondazione del circolo erano presenti il deputato forlivese Marco Di Maio e l'assessore ravennate ai lavori pubblici Roberto Fagnani. Al momento si è al lavoro per dare vita a un coordinamento. Si sta progettando la prima uscita pubblica. Punto fermo è il sostegno alla candidatura di Stefano Bonaccini alla Regione.