16/07/21
territori Infrastrutture

Ponti del Po commissariati, Colaninno: "Un passo fondamentale per il raddoppio della Mantova-Cremona"

L'intervento pubblicato da "Gazzetta di Mantova" e "la Voce di Mantova", 16 luglio 2021. 

Dopo i lavori in commissione, si passerà rapidamente al terzo decreto presidenziale per riavviare la macchina economica, contemplando anche le grandi opere infrastrutturali. E per Mantova, c`è una bella sorpresa: nella bozza è stata aggiunta la manutenzione dei ponti sul Po. La procedura è stata fortemente sollecitata dal deputato mantovano Matteo Colaninno (Italia Viva).

Ok, dunque, al commissariamento dei ponti sul Po. La decisione è stata presa ieri alla Camera nel corso della seduta congiunta delle commissioni Infrastrutture-Trasporti e Ambiente Lavori Pubblici. Via libera unanime al Governo sul secondo decreto di commissariamento delle opere infrastrutturali ritenute prioritarie. Si è anche gettato, però, le basi per il terzo, in approvazione prossimamente. Tra queste opere, oltre alla linea ferroviaria Mantova-Cremona-Codogno già commissariata nel primo decreto, anche la ricostruzione dei ponti del bacino del Po e il completamento dell'elettrificazione della linea ferroviaria Parma-Brescia sono state previste per il terzo decreto, con l'impegno delle commissioni congiunte a vigilare, affinché tutto questo accada. Del terzo decreto si riparlerà tra qualche mese (presumibilmente a inizio 2022), ma un primo passo decisivo è stato fatto.

«Sono molto soddisfatto che siano state poste le basi per l'approvazione del terzo decreto, nel quale è proposto il commissariamento per la realizzazione di opere infrastrutturali ritenute prioritarie e di grandissima importanza per il nostro territorio» ha dichiarato l'on. Matteo Colaninno, deputato di Italia Viva. «Rappresenta un ulteriore passo fondamentale per lo sviluppo del progetto di raddoppio della tratta ferroviaria Mantova-Cremona, già commissariato nel primo decreto e che ha visto la conseguente nomina del Commissario Straordinario. Nel terzo decreto, che sarà discusso tra qualche mese, sono infatti inserite, tre le altre, la manutenzione e ricostruzione dei ponti sul bacino del Po, già oggetto anche di una mia interrogazione, e il completamento dell'elettrificazione della linea ferroviaria Parma-Brescia».