Sicilia, vaccinazioni a rilento: chiediamo una mano ai pediatri

Chiediamo che l’Assessorato regionale siciliano alla Salute valuti attentamente ed urgentemente la nostra proposta: vengano coinvolti i pediatri nelle vaccinazioni in età pediatrica!



Il tema delle vaccinazioni per i nostri bambini riguarda tutti noi, senza alcuna eccezione. Le vaccinazioni costituiscono senz’altro uno dei principali elementi di progresso che caratterizza il nostro tempo rispetto al passato.

 

Il Report dell’Osservatorio GIMBE 3/2023, che ha valutato l’impatto della pandemia COVID-19 sulle coperture vaccinali in età pediatrica, ha certificato che “le vaccinazioni sono in grado di proteggere tutti i soggetti che - per condizioni epidemiologiche, cliniche, socioeconomiche, occupazionali o comportamentali - sono esposti al rischio di contrarre malattie prevenibili o di sviluppare forme gravi di tali patologie”. Eppure, anche su questo aspetto, la Sicilia rimane indietro.

 

I dati del Ministero della Salute, elaborati da GIMBE e fermi al 2021, assegnano alla Sicilia un desolante ultimo posto in Italia nella classifica delle coperture vaccinali a 24 mesi. Anche se per effetto dei timori post pandemia si è registrato un positivo incremento della somministrazione di vaccini in età pediatrica, in Sicilia solo l’86% dei bambini è stato sottoposto alla vaccinazione esavalente e l’89% alla trivalente, a fronte di una media nazionale del 94% in entrambi i casi.

 

La Sicilia rimane assolutamente in affanno, non avendo raggiunto i target previsti dal Ministero della Salute. È necessario invertire questa tendenza. Occorre fare maggiore affidamento alla medicina territoriale e avviare un tavolo di confronto con i pediatri per stabilire una virtuosa collaborazione, prevedendo una adeguata remunerazione. In altre Regioni che presentano risultati decisamente migliori rispetto ai nostri, la contestuale azione degli ambulatori di vaccinazione e dei pediatri ha dato risultati importantissimi con ricadute positive in valore assoluto, ma anche in termini di qualità della prevenzione.

 

Questa richiesta, se ascoltata, può costituire un momento decisivo di svolta rispetto ad un tema sensibile che ancora una volta vede la Sicilia fanalino di coda in Italia.

 

Primi firmatari: Davide Faraone, Salvo Liuzzo e Fabrizio Micari

Sottoscrivi la petizione

48.8%
244 Firme
Obiettivo: 500
Firmare ora

Assicurati di inserire il tuo indirizzo email personale

Letta l’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del GDPR e della normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali acconsento al trattamento dei miei dati personali:

Problemi con questo modulo? Clicca qui