Non si deve interrompere il cantiere del Terzo Valico dei Giovi

È inaccettabile che il Governo pensi di destinare altrove le risorse del Pnrr necessarie al completamento del terzo Valico dei Giovi.



È inaccettabile che si interrompa un cantiere giunto a più di metà del suo operato. Se questa fosse la decisione, contraddicendo a un impegno preso di completare l'opera nel 2026, si metterebbe in dubbio la sopravvivenza stessa del cantiere e dell’intera opera, perché reperire nuove risorse oggi è un'ipotesi che non ci consente di essere certi delle reali volontà del Governo di portarla a termine.

Inutile ribadire l'importanza non solo per la Regione Liguria ma per i collegamenti con l'Europa del Valico dei Giovi, non possiamo accettare che un'infrastruttura così fondamentale rischi di essere bloccata quando i lavori hanno già portato al 70% della sua realizzazione.
Per noi Liguri la distrazione dei fondi dai cantieri del terzo valico e i successivi ritardi potrebbero essere fatali e lo testimoniano le difficoltà dei giorni d'oggi per chi deve spostarsi in Liguria.

 

"Non si deve interrompere il cantiere del Terzo Valico dei Giovi”
Ed è con questo titolo che vogliamo lanciare oggi una petizione per chiedere al governo di fare una immediata retromarcia sulla possibilità di destinare altrove i fondi del Pnrr dedicati al completamento del valico.

 

firmatari:

Raffaella Paita senatrice
Eugenio Musso presidente IV Regione Liguria.
Davide Falteri presidente IV provincia Genova.
Irene Tesini presidente IV Comune di Genova Metropolitana.
Antonella Franciosi presidente IV provincia La Spezia.
Matteo Calcagno presidente IV provincia Savona.
Valerio Ferrari Presidente IV provincia Imperia.

 

Abbiamo bisogno di te, sostieni Italia Viva con una donazione.

 

Le firme saranno ritenute valide e conteggiate soltanto se provenienti da un indirizzo email reale e funzionante

Sottoscrivi la petizione

100.0%
1.026 Firme
Obiettivo: 1.000
Firmare ora

Assicurati di inserire il tuo indirizzo email personale

Letta l’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del GDPR e della normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali acconsento al trattamento dei miei dati personali:

Problemi con questo modulo? Clicca qui
//