08/01/20
Italia Viva territori

Palmanova, Patrizia Tavaris lascia il Pd: guiderà Italia Viva del Palmarino

È nato il Comitato di Italia Viva del Palmarino. L'annuncio della coordinatrice Patrizia Tavaris.

«Il Comitato — ha spiegato Patrizia Tavaris ai microfoni de "il Messaggero Veneto" — nasce per dare la possibilità, a chi lo volesse, di aderire nella Bassa Friulana a un nuovo progetto politico, a cui guardano molti neofiti della politica, persone provenienti dal Partito Democratico come da altre forze politiche. Io stessa vengo da un'esperienza quasi decennale come segretario del Partito Democratico di Gonars».

Patrizia Tavaris, 42 anni, originaria di Gonars, dipendente pubblico in una struttura per anziani dell'hinterland udinese, in passato attiva anche nel volontariato, motiva così la sua scelta di lasciare il Pd e di passare ad un ruolo attivo nella creazione del Comitato di Italia Viva: «sono sempre stata renziana, sin dalla prima ora, e con coerenza proseguo su questa strada. Credo che, più del Pd, Italia Viva sia un partito pragmatico, dinamico, snello».

«Credo che ora sia il tempo di agire — ha proseguito Tavaris, come riporta il quotidiano — e Italia Viva ha dimostrato sin dall'inizio di essere il partito del "fare". Ho scelto di aderire a questo progetto politico da subito perché credo che il leitmotiv di questo partito sia il coraggio: coraggio di esprimere le proprie idee in un ambiente politico democratico e aperto. Inoltre come madre (ho due figli) mi spinge il desiderio di accompagnare le nuove generazioni a essere buoni cittadini, a contribuire a scrivere una bella storia per la nostra comunità. Vorrei trasmettere ai miei figli la felicità di mettersi al servizio degli altri e della politica per lasciare il mondo migliore di come l'abbiamo trovato».

Tavaris ha, inoltre, rimarcato come Italia Viva si stia fortemente radicando anche in Friuli Venezia Giulia, portando avanti le problematiche del territorio, affrontando temi di stringente quotidianità (come lavoro, famiglia, infrastrutture), riavvicinando alla politica chi guarda ad essa con disaffezione.

«Italia Viva — ha detto Tavaris a "il Messaggero Veneto" — è un movimento che punta alla parità di genere, che mira a un'Europa unita più forte e meno tecnocratica, che crede nell'eguaglianza. Dobbiamo portare avanti i nostri valori in un'ottica di società aperta dove integrazione è sinonimo di arricchimento, sviluppo insieme sociale, economico e culturale".