28/05/21
Infrastrutture paese

Paita: "Nel Decreto Semplificazioni, per la Liguria più strade e binari e un super commissario per l'Aurelia Bis"

Intervista di Simone Gallotti, "il Secolo XIX", 28 maggio 2021.

La premessa è che serve ancora un po' di prudenza «perché sinché non è completato l'iter politico, è meglio non cantare vittoria», ma Raffaella Paita, la Presidente ligure della Commissione Trasporti è «ragionevolmente sicura che la Liguria possa portare a casa un pacchetto sostanzioso dal Dl Semplificazioni».

Cosa porta in dote?
«Il commissariamento della viabilità alternativa. Non è poco».

Ma alternativa a cosa?
«Al caos autostrade. Così il tratto dell'Aurelia bis a Imperia, la viabilità dell'hub di Savona che è funzionale anche al nuovo porto, e i tre lotti alla Spezia, saranno commissariati. Sono tratti Anas».

Cosa significa in concreto?
«È il "modello Genova" che ha garantito al nuovo ponte sul Polcevera di essere realizzato in tempi brevi. Con questi inserimenti nel decreto, avremo un doppio effetto: il commissario all'Aurelia bis avrà i super poteri che saranno incrementati con la semplificazione prevista dal provvedimento. Ma non c'è solo questa opera nel pacchetto Liguria».

Cos'altro contiene?
«Spero si riesca anche a inserire la galleria di Sant'Anna su cui però siamo ancora in discussione. Il ministro Giovannini si sta spendendo molto per la Liguria».

Ma vuol dire che potremo accelerare la realizzazione?
«Non è possibile fornire un calendario preciso, servirà molto tempo, ma è un cambio di passo notevole: sarà più veloce e più semplice realizzare quelle opere. È il primo step per costruire la viabilità alternativa nel caso si verifichi un'altra emergenza sulle autostrade. Se oggi avessimo già realizzate quelle opere, non dovremmo affrontare ogni giorno un blocco totale della viabilità. I camion e le auto avrebbero uno sbocco e i disagi sarebbero certamente limitati. Con il commissariamento superiamo anche la logica dei ristori che rappresentano solamente una toppa».

Nel decreto c'è spazio solo per le strade della Liguria?
«Affatto. C'è anche il quadruplicamento della linea ferroviaria Genova-Tortona. È un passaggio fondamentale per il Terzo valico, per eliminare i colli di bottiglia e i rallentamenti che potrebbero vanificare la realizzazione della linea».

Però perché dovremmo dare per certo il "pacchetto Liguria"?
«Infatti c'è una minima percentuale di incertezza, ma il continuo pressing che abbiamo esercitato per portare a casa il risultato e da quello che apprendo dal Governo, sono certa che le opere ci saranno. Guardi, in questo hanno giocato insieme a me, un ruolo anche Teresa Bellanova (viceministra al Mims, ndr) e Edoardo Rixi (il responsabile infrastrutture della Lega, ndr)».

E sul tunnel della Valfontanabuona?
«È una mia battaglia, ma siamo ancora alle proposte. Sabato radunerò i sindaci della vallata. Voglio chiedere ad Autostrade di finanziare l'opera. Così rimetteremmo in sesto le infrastrutture della Liguria».