04/01/20
Italia Viva parlamento

Nobili: "Surreali resistenze a introduzione monopattini"

L'intervento del parlamentare Iv.

"Sono davvero surreali le polemiche e le resistenze che registro in queste ore su alcuni organi di informazione, rispetto alla introduzione anche in Italia dei monopattini e della micromobilità elettrica e sostenibile". Lo ha dichiarato Luciano Nobili, componente di Italia Viva in Commissione Trasporti alla Camera e e promotore dell’emendamento del suo partito che ha consentito l’equiparazione alle biciclette.

"Sono anni - ha continuato Nobili - che ci battiamo, insieme a Legambiente, a tanti comuni lungimiranti, agli operatori e a tante realtà del mondo ambientalista perché i mezzi su cui hanno puntato le grandi capitali europee, da Madrid a Berlino, da Parigi a Lisbona, diventino una realtà diffusa anche in Italia. Anche chi lancia allarmi ingiustificati è costretto ad ammettere che sono i mezzi del futuro: piccoli, ecologici, economici, ideali in città, però non smettono di contrastare la loro effettiva introduzione. È già passata di moda la battaglia per la mobilità sostenibile e la tutela dell’ambiente? È ovvio che si tratta di strumenti ideali per l’intermodalita e per i brevi tratti urbani (3-5 km) e che il futuro della mobilità passa innanzitutto dalle grandi infrastrutture che mancano al nostro Paese (basti pensare che in tutta Italia abbiamo meno chilometri di metropolitana della sola città di Madrid) e da un trasporto pubblico finalmente efficace e in grado di garantire il diritto alla mobilità".

"Ma nel mix di strumenti del presente e del futuro, in tutto il mondo, la micromobilità elettrica ha uno spazio cruciale che qualche neoluddista vuole negarle. Invece grazie all’impegno nostro e della maggioranza che ha condiviso la nostra proposta possiamo fare questo passo in avanti anche in Italia. Inoltre, l’equiparazione alle bici mette fine alla giungla senza regole nella quale eravamo fino a oggi, con una sperimentazione che non è nei fatti mai partita, con gli operatori dello sharing impossibilitati a partire e decine di migliaia di monopattini comunque già per le nostre strade", ha spiegato Nobili.

"Anche dal punto di vista della sicurezza l’equiparazione finalmente stabilisce regole precise: serviranno luci, segnalatori acustici, non si potrà circolare sui marciapiedi o andare contromano. Un recinto di regole che rende più facile e più sicura la vita a cittadini, sindaci, operatori. Grazie ai tanti comuni che in queste ore si stanno attivando per partire sul loro territorio", ha concluso Nobili.