13/05/21
roma amministrative

Nobili: "Roberto Gualtieri e Virginia Raggi sono la stessa cosa, noi stiamo con Calenda"

Estratto dell'intervista di Tommaso Caldarelli, "RomaToday", 12 maggio 2021. 

“Roberto Gualtieri è una brava persona. Dopodiché, se pensassimo che fosse il miglior sindaco possibile lo sosterremmo. Non lo è, invece, perché non è sostenibile il progetto politico che sottende la sua scelta: quella di una totale resa del Pd riformista al Movimento Cinque Stelle”: così il deputato Luciano Nobili, neo responsabile organizzazione di Italia Viva, e responsabile per Matteo Renzi della Capitale. Definisce “surreale” quanto affermato da Francesco Boccia, referente per il PD degli Affari Regionali a "L’Aria che Tira" su La7: “Carlo Calenda”, candidato sostenuto a Roma da IV oltre che da Azione, “se è in campo fa un favore alla destra”, ha detto Boccia in Tv. Le cose stanno diversamente, secondo chi sta preparando la campagna elettorale calendiana e arriva “da un’assemblea di Italia Viva con l’ex ministro in cui non siamo riusciti a far entrare tutti, dati i limiti tecnici delle piattaforme di videoconferenza”.

“Virginia Raggi è oggi il candidato dell’asse PD-Cinque Stelle, tanto che il PD nazionale ha già preso l’impegno di sostenerla al ballottaggio”, dice Nobili, raggiunto al telefono da RomaToday: “Ad ora il peggior sindaco della storia di Roma viene giudicato votabile dal PD al secondo turno: è il triste epilogo di un’opposizione che i democratici della Capitale hanno svolto in maniera consociativa alla giunta pentastellata fin dall’inizio. Questa alleanza scellerata ha chiesto il prezzo più alto e finale, quello di Nicola Zingaretti che si era messo a disposizione ed è stato bloccato da Giuseppe Conte, dalla Lombardi e dalla Corrado, a cui ha dato la Regione Lazio chiavi in mano; per contro, dispiace il maltrattamento di un esponente come Gualtieri che viene considerato come ultima spiaggia, terza scelta e nome di ripiego".

"Evidentemente il PD sa che le chances di andare al ballottaggio sono basse e, come diciamo a Roma, ‘si tiene largo’”, spiega Nobili: “Quando uscirà il programma elettorale di Gualtieri, noi lo affiancheremo a quello della Raggi. Vedrete, saranno sostanzialmente una fotocopia, perché loro due stanno dalla stessa parte e sono la stessa cosa. Con Calenda noi proponiamo invece una rotta di cambiamento, una rottura rispetto al clima di conservazione che regna in città, perché negli ultimi anni a Roma, dai traporti ai rifiuti, dalle buche al degrado, c’è ben poco da conservare”.

Chi lo desidera può leggere l'intervista completa a questo indirizzo.