parlamento sicurezza

Napoli, Migliore: "Il Far West va fermato con sanzioni esemplari"

Intervista di Giuseppe Crimaldi, "il Mattino", 4 gennaio 2022.

Onorevole Gennaro Migliore, anche a Capodanno Napoli si è trasformata nel solito far west con persone che festeggiavano sparando con armi vere e poi pubblicavano le loro bravate sui social. Ha visto quei video?
«Purtroppo sì».

E che idea si è fatto?
«Non è una novità, se non per il lato della diffusione sui social, ed è purtroppo un fenomeno difficile da eradicare. Ma quelle immagini hanno rafforzato le mie convinzioni: di fronte a queste manifestazioni gravi e sguaiate serve una severità esemplare».

Cioè?
«Bisogna individuare e perseguire questa gente che nemmeno capisce che non c'è alcun divertimento a impugnare un'arma e ad usarla impunemente».

Lei è stato sottosegretario alla Giustizia ed oggi è componente della Commissione parlamentare antimafia. Non l'allarma l'idea che a Napoli possano circolare tante armi e che c'è chi le usa con tanta deprecabile indifferenza?
«Certo. So anche bene che quello della diffusione delle armi, come la loro illegale detenzione, è un fenomeno che è stato affrontato con grande rigore dall'ex prefetto Marco Valentini e anche dall'attuale prefetto Palomba. Vedere quelle scene mi preoccupa e, da napoletano, mi indigna anche molto».

Che cosa la colpisce di più in quelle plateali esibizioni rilanciate poi sui social network?
«Mi chiedo se costoro hanno mai visto che cosa sia la realtà delle armi. Ma mi interrogo anche su certi compiacenti comportamenti di quanti criticano la forma della linea píù dura nel contrasto al fenomeno, perché - non dimentichiamolo mai - dietro il circuito del mercato illegale delle armi c'è sempre la criminalità organizzata. Ecco, riflettano bene tutti su queste cose».

In certe immagini si vedono anche dei bimbi e adolescenti ai quali il padre mette tra le mani una pistola carica. Il sostituto procuratore di Napoli Antonello Ardituro propone che a questi soggetti venga sottratta la potestà genitoriale. Lei è d'accordo?
«La revoca della potestà genitoriale resta un'azione possibile ma pur sempre riservata ad un magistrato. che deve valutare caso per caso nell'esclusivo interesse e tutela del minore. Voglio dire che è uno strumento da usare con cautela, e mai tout court. Mi lasci aggiungere che confido molto nell'azione amministrativa della nuova giunta Manfredi, dopo un decennio disastroso nel quale a Napoli sono mancate del tutto le azioni di assistenza sociale».

Onorevole, di fronte all'escalation di sangue e violenza criminale che sta aggredendo Fuorigrotta, accogliendo la richiesta del portavoce regionale di Italia Viva, Marcello Lala, lei ha chiesto una riunione urgente della Commissione antimafia proprio nel quartiere.
«La drammatica escalation della criminalità in città ed in particolare nel quartiere di Fuorigrotta impongono una reazione forte da parte delle istituzioni. Troppi agguati in sfregio a qualsiasi regola e a qualsiasi rischio di colpire innocenti in una faida che da mesi insanguina le strade della zona occidentale della città. Per questo Italia Viva chiede che si tenga una riunione straordinaria della commissione antimafia da svolgere con urgenza nel quartiere, con la presenza delle istituzioni del territorio».