03/10/20
territori elezioni amministrative

Napoli, Amministrative, Migliore: “Non vedo come si possa immaginare una coalizione coi populisti”

L'intervento pubblicato dal quotidiano "Roma", 3 ottobre 2020.

Conclusa la campagna elettorale per la poltrona di presidente della Giunta Regionale si apre quella per lo scranno più alto di Palazzo San Giacomo. Per ora i giochi sono tutti coperti dal velo delle trattative eccetto che per alcune esternazioni mirate e ben precise come quella di Gennaro Migliore, parlamentare ed esponente renziano di Italia Viva, che nella trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc, ha chiaramente detto: «Fico mai. No ad un accordo Pd-M5S per il sindaco di Napoli».

Sulla scelta del Partito Democratico di Napoli di non tenere le primarie in vista delle prossime elezioni comunali Migliore ha poi sintetizzato: «Fa ridere. Non fare le primarie senza nemmeno sapere chi sono i candidati sembra una cambiale in bianco. inoltre onestamente non vedo come si possa immaginare una coalizione con i populisti dopo un decennio di de Magistris. Un accordo Pd-M5S è una riedizione peggiorata di questo decennio. Poi se ci sarà un'intesa su un nome, ma senza i grillini, vuol dire che c'è sintesi».

Ma la scelta della carica più alta del Comune passa comunque da un'analisi sulle elezioni regionali e per le amministrative Migliore ribadisce che senza M55 il centrosinistra "naturale" è più forte: «Nella stragrande maggioranza dove si è vinto meglio come Ercolano e San Giorgio abbiamo avuto coalizioni di centrosinistra senza M5S, vincendo al primo turno. C'è un accanimento terapeutico per fare accordi coi 5 Stelle alle Amministrative nonostante la loro debacle totale alle regionali. Faccio notare che Italia Viva ha preso percentuali più alte dei grillini in alcuni comuni. Con De Luca senza M5S abbiamo vinto al 70%, con Bonajuto pure e con Zinno al 64%. La coalizione senza i grillini ha funzionato meglio».

Infine Migliore chiede lo sblocco del Mes: «La cosa che colpisce è il fatto che non ci sia il via libera per il Mes, 36 miliardi per la sanità. Non si possono sbloccare per colpa dei grillini e Fico su questo dovrebbe esprimersi, invece di pontificare su altro».