06/12/19
Italia Viva territori

Monza, presentazione di Italia Viva in città

Successo per la presentazione del nostro progetto politico

Innamorati del progetto e con la voglia di lasciare il segno a livello nazionale e in Brianza: è stato di fatto questo il leit motiv dei simpatizzanti di Italia Viva per l'esordio dei suoi comitati su Monza e Provincia. Come riportano le cronache locali, fra le quali quella del "Giornale di Monza", a tenere a battesimo il nostro partito - al circolo "Liberthub" - erano presenti non solo tanti simpatizzanti ma anche il senatore Eugenio Comincini e la consigliera regionale Patrizia Baffi.

A fare gli onori di casa Francesca Pontani, ex consigliere comunale del Pd a Monza, tra i primi ad aderire a Italia Viva, nonché altri aderenti monzesi, alcuni alla prima esperienza politica, altri già navigati come l'ex consigliere comunale e segretario cittadino del Pd, Alberto Pilotto. "Sembra una bella avventura - ha osservato Pilotto - siamo pronti, come sempre".

Presente in sala anche l'ex sindaco di Nova Milanese ed ex consigliere regionale Laura Barzaghi. Circa 150 persone hanno risposto presente all'appello, riempiendo la sala assemblee del centro civico al quartiere Libertà. "Da oggi sono un po' meno sola - ha osservato soddisfatta Baffi, guardando la platea - uno dei temi più importanti dove incalzare chi governa in Regione è senz'altro la sanità, ma si può fare si può fare tanto anche in altri settori: basti pensare che sul nostro territorio ci sono milioni di metri cubi di amianto da smaltire. Per non parlare degli incentivi per le auto elettriche e ibride già praticamente esauriti, e a tutti gli interventi strutturali che devono necessariamente accompagnare queste iniziative come ad esempio l'installazione di colonnine".

A illustrare come saranno più in generale le linee d'azione di Italia Viva è stato Comincini. La parola d'ordine è non toccare le tasse e, dove possibile, abbassarle. "Abbiamo scelto - ha spiegato - dei temi precisi. Tenere invariata l'Iva è l'impegno principale che ci siamo presi. Ma è un obiettivo che va declinato anche sul territorio, cercando di non aumentare le tasse a livello locale e ampliando le fasce di esenzione, soprattutto l'Irpef. Ma si può lavorare molto anche sulla raccolta differenziata e puntare sulla diminuzione della Tari. Insomma, c'è tanto da fare, bisogna puntare molto a semplificare: dunque schiena dritta e percorso definito".

Ma il palcoscenico è stato anche dei rappresentanti locali. Sono stati presentati i comitati di Monza e della Provincia. "Saremo la voce ai cittadini - ha osservato Pontani - rompeteci le scatole. Mi sono innamorata del progetto". Oltre Pontani, c'erano Melina Martello, consigliere comunale a Brugherio, Mariano Delle Cave, da Ovisio, Antonino Foti, da Seregno, Alessandro Mancini, da Lissone, Daniela Bellodi, da Vimercate. Sempre per Monza erano poi presenti Vittorio Gatti, Luca Benzo e Palmiro Boni.