18/02/20
Famiglie Family Act

Milano, successo per la presentazione del Family Act con la Ministra Elena Bonetti

Folla al Teatro Parenti per l'appuntamento con la Ministra Elena Bonetti.

Grande interesse e partecipazione per l'evento di presentazione del Family Act, svoltosi ieri sera, a Milano, presso gli spazi del Teatro Parenti, un appuntamento a cura di Italia Viva Milano, cui hanno partecipato anche Ada Lucia De Cesaris, ex vicesindaco del capoluogo lombardo, e Alessia Cappello, neo coordinatrice cittadina di Italia Viva, insieme a Roberto Cociancich

Un dibattito pensato "per conoscere, approfondire e domandare.. solo partecipando possiamo contribuire a migliorare la nostra qualità della vita, rafforzare la nostra parità e autonomia", così come anticipato dalla stessa Ada Lucia De Cesaris, nel presentare via social l'iniziativa, che ha saputo mantenere le promesse, dando vita ad una serata di intenso confronto, su "un progetto che mette in rete la politica, che nasce dal confronto, anche da momenti come quello di oggi", come ha sottolineato De Cesaris, nell'aprire la discussione. 

Protagonista indiscusso della serata è stato il Family Act, provvedimento che, per l'occasione, è stato presentato al pubblico milanese - ed ai numerosi utenti social, che hanno seguito l'iniziativa in streaming - dalla Ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità.

Una proposta "integrata e coerente", ha spiegato la Ministra Bonetti, ma soprattutto "multidimensionale come deve essere la risposta ad un problema multidimensionale, ovvero la denatalità che colpisce il nostro Paese in modo irreversibile e gravissimo, come hanno certificato i dati Istat della scorsa settimana". Non solo: il Family Act rappresenta anche "una risposta alla mancanza di fiducia e di speranza nel futuro che sta colpendo le persone, le famiglie e la comunità tutta", ha proseguito la Ministra.

"Il Family Act non è semplicemente un sussidio di carattere economico, che vogliamo e dobbiamo dare alle famiglie, ma è un cambio di paradigma che ci dice che le famiglie sono l'embrione della comunità e il luogo in cui le diversità e le generazioni si incontrano", ha spiegato la Ministra Bonetti che, nello specificare i contorni del provvedimento, ha aggiunto che "i principali pilastri del Family Act sono il sostegno economico alle famiglie con l'assegno universale per tutti i figli dalla nascita all'età adulta; un significativo sostegno alle spese per l'educazione dei figli; una riorganizzazione del congedo parentale nell'ottica di una corresponsabilità tra madri e padri; una serie di incentivi importanti e significativi di investimento nel lavoro femminile e per l'inclusione femminile nel mondo del lavoro; la necessità di promuovere percorsi di autonomia per le giovani coppie anche nell'inizio di vita familiare".

Non un semplice pacchetto di incentivi, dunque, ma una serie di proposte concrete, basate sull'idea che sia necessario "riconoscere che oggi siamo chiamati a dare alla storia una risposta che sia il più possibile generativa, che abbia il coraggio del futuro, di fronte ai dati devastanti sulla denatalità presentati dall'Istat la scorsa settimana, dati che hanno raggiunto i livelli del primo conflitto mondiale", come ha sottolineato, in conclusione del suo intervento, la Ministra Elena Bonetti

Insomma, il Family Act rappresenta una vera e propria "rivoluzione copernicana, che mette le famiglie al centro delle politiche sociali", così come lo ha efficacemente definito la coordinatrice milanese Alessia Cappello.