10/09/20
territori paese elezioni amministrative

Matteo Renzi a Trento: "Con Salvini niente soldi dall'Ue"

Visita di Matteo Renzi ieri a Trento con Ianeselli. La notizia sul "Corriere del Trentino", 10 settembre 2020.

Torna Matteo Renzi a Trento per dare manforte alla campagna elettorale del centrosinistra e soprattutto di Trento Viva che alle elezioni comunali del capoluogo si presenta con +Europa con la lista Trento Viva.

Ieri, in piazza Duomo, Matteo Renzi affiancato dalla senatrice Donatella Conzatti e dai candidati di punta al consiglio comunale, ha motivato i simpatizzanti invitandoli «a non fermarsi, a sfruttare gli ultimi giorni per recuperare voti e preferenze».

«Scorrete la vostra rubrica sugli iPhone e chiamate le vecchie fidanzate, i conoscenti ormai dimenticati, le amiche del burraco. Vi dicono che non votano Italia Viva perché Renzi è antipatico? Sta antipatico pure a me - ha confessato Renzi con ironia - ma in gioco ci sono due coalizioni. una europeista e una sovranista».

Quella sovranista è quella che guarda a Salvini. «E immaginatelo al governo. Con lui non sarebbero mai arrivati 209 miliardi dall'Europa, una cifra enorme che dovrà però essere spesa per il lavoro non per il reddito di cittadinanza, per la crescita e non per politiche di sussidio», spiega Renzi.

E qui il riferimento è ai 5 Stelle «Italia Viva è il partito che ha mandato a casa Salvini, grazie al sostegno al Governo Conte II, ma non diventeremo mai grillini. È il Pd che ha fatto il patto strutturale con il movimento di Seppe Grillo», Renzi lo sottolinea più volte per marcare la differenza con la «ditta» di cui faceva parte prima di formare li suo partito.

L`ex premier, guardando alla campagna elettorale che tra poco si concluderà con il voto in Trentino per le comunali ma anche a livello nazionale con molte regioni chiamate al rinnovo dei loto consigli, è ottimista

«C'è un buon clima e Italia Viva prenderà più consensi di quelli che gli vengono attribuiti dai sondaggi. Perché oltre i sondaggi contano i voti Anzi - precisa Renzi - contano i volti delle persone che riusciamo a convincere sulla nostra idea di politica».

E fa un esempio: «La signora diventata famosa dicendo "Non ce n`è Coviddi" è sbarcata su Instagram e in poche ore ha raggiunto 100.000 followers. Anche questo è populismo e va bene, ma qualcuno pensa che la politica sia la stessa cosa, che un politico possa essere un influencer. Ve Io immaginate Alcide De Gasperi influencer? No - risponde Renzi - perché lui era uno statista, faceva politica per le generazioni future».

E anche lo sguardo dell'ex premier è lungo: «Sul Mes, sull'Europa. ci diranno un giorno che avevamo ragione noi. Lo stanno dicendo ora a quattro anni di distanza dal referendum sulla riforma costituzionale - dice Renzi riferendosi al «suo» referendum che prevedeva il Senato delle Regioni - e oggi sono tutti per il bicameralismo differenziato».

All'appuntamento si è aggiunto il candidato sindaco Franco laneselli che ha ribadito i punti del suo programma, in perfetta sintonia con l'ex sindaco di Firenze Matteo Renzi.