06/11/20
paese

Massa, nasce il gruppo consiliare di Italia Viva

La nota di Dina Dell’Ertole, 6 novembre 2020.

“Oggi è per me tempo di costruire, per questo scelgo di costituire un nuovo gruppo consiliare. Sento, infatti, che è arrivato il momento di un cambio di passo nel mio impegno di consigliera comunale potendo da oggi contare sul sostegno di un preciso riferimento politico, nazionale e regionale. “Siamo Massa” sarà, pertanto, il riferimento in Consiglio Comunale di Italia Viva. Una scelta questa che formalizza un percorso già intrapreso in questi mesi e che si è rafforzato dinanzi a un nuovo quadro politico regionale e nazionale. Oggi voglio quindi dare maggiore forza a quella che è l'azione riformista e riformatrice di Italia Viva che ritengo indispensabile per uscire da questa situazione difficilissima in cui ci troviamo. Ho lasciato Alternativa Civica con un sentimento di assoluta cordialità e stima dei colleghi consiglieri comunali con cui ho condiviso sino ad oggi il mio percorso, con la personale convinzione che determinate battaglie ci troveranno sempre dalla stessa parte e cioè saldamente all'opposizione dell'attuale amministrazione a trazione sovranista che ritengo essere sempre più lontana dai reali bisogni di questa città.”

Con queste parole la Consigliera Dina Dell’Ertole ha annunciato ieri di uscire dal gruppo di Alternativa Civica e di costituirne uno a sé, punto di riferimento di Italia Viva.

Il Coordinamento Comunale di Italia Viva, nelle persone di Eleonora Lama e Jacopo Cancogni, esprime soddisfazione per la costituzione di questo nuovo gruppo e ringrazia la Consigliera Dell’Ertole. “Riteniamo che Dina Dell’Ertole sia la migliore rappresentanza che Italia Viva potesse desiderare all’interno del Consiglio Comunale di Massa, città capoluogo di Provincia. Oltre ad essere donna e sostenitrice della politica riformista di Matteo Renzi sin dalla prima ora, si occupa di politica con passione e franchezza e ha già dato prova in passato - quando uscì anzitempo dal Partito Democratico riuscendo, nonostante ciò, ad essere rieletta in Consiglio Comunale - di non aver alcun timore nel rappresentare, all’occorrenza, anche una voce fuori dal coro e di preferire la politica al servizio dei cittadini rispetto a quella delle poltrone certe. Siamo sicuri che sarà un prezioso punto di riferimento per tutti i cittadini che credono nel riformismo e nelle forze liberali e moderate come alternativa al sovranismo".