15/12/19
Italia Viva territori

Martina Franca, aderisce la consigliera Marianna Maggi

Nuovi arrivi in casa Italia Viva

Segue le orme tracciate da Vincenzo Angelini, consigliere comunale di Martina Franca, la collega Marianna Maggi. Entrambi fuoriusciti dal gruppo del Partito Democratico. Di seguito la nota integrale stilata dalla consigliera Maggi: «Con le seguenti dichiarazioni comunico che ho deciso di aderire al progetto di Italia Viva e da oggi quindi abbandono ufficialmente il gruppo consiliare del Partito Democratico, per entrare a far parte con Vincenzo Angelini di quello di Italia Viva. Mi ha convinto – scrive la neo consigliera di Italia Viva – la voglia di costruire un progetto liberale partendo dal coinvolgimento dei territori. Scelta adottata dopo attente e ponderate riflessioni. L’obiettivo sarà quello di interessare tutti, a vari livelli, senza chiudersi in un cerchio magico. Il coraggio e l’entusiasmo che percepisco attorno a questa sfida sono essenziali per creare una squadra forte e coesa che possa dare speranza e futuro al nostro Paese. Oggi risulta anacronistico definire gli spazi politici come centrodestra e centrosinistra attraverso gli slogan, ma contano le proposte, la forza di metterle in atto con senso della realtà. Non è più tempo di partiti che fanno promesse con l’unico scopo di ottenere consenso per poi rivelarsi inadeguati. Aggiungo – continua – inoltre che durante la mia breve carriera politico-amministrativa non sono mai andata alla ricerca di incarichi, né ho preteso me ne venissero dati, in quanto ricoprire il ruolo di consigliere comunale è già per me un onore e motivo di orgoglio, perché deciso dai cittadini che hanno riposto in me fiducia e consensi. Incarichi, ruoli e via dicendo, vanno ricoperti per ricavare il massimo risultato dagli stessi ed attraverso gli stessi, il che si ottiene con lo studio e la padronanza della materia che si va a gestire, e di certo non soltanto con l’ambizione fine a se stessa. Ho sempre sostenuto – osserva – che la meritocrazia alla fine possa ripagare ed appagare gli sforzi. Nei miei ideali c’è, e c’è sempre stata, e non smetterò mai di auspicare e di “abbracciare” la meritocrazia come stile di vita. Il mio impegno quindi sarà quello di continuare a studiare, di documentarmi e non smettere di imparare da chi ne sa più di me, con apertura al dialogo ed al confronto onesto e paritario. Ho sempre posto, e continuerò a porre attenzione verso la tutela e le esigenze delle famiglie e di tutti coloro che appartengono alle fasce più deboli, sia per mancanza di mezzi materiali, sia per disagi fisici o psichici, agendo con umiltà e facendo tesoro della impostazione ricevuta e recepita, nonché dell’esperienza altrui.  Insieme al Consigliere Comunale Vincenzo Angelini – evidenzia –, con cui non ho condiviso le tempistiche, ma che allo stesso tempo stimo per la tenacia e per la lena con cui manda avanti i suoi ideali, porteremo in prima linea innanzitutto, la battaglia sull’accoglienza dei ragazzi autistici, cercando di far diventare Martina Franca una città Autism Friendly, nonché cercare di limitare la povertà educazionale che ruota intorno al nostro paese dopo l’avvento dei social network, creando punti di riferimento reali e non virtuali. Dare voce concreta alle disabilità e alle diversità. Oltre a questo faremo altre proposte in tema di diritti sociali e ci auguriamo di contribuire a segnare una piccola svolta in tal senso. Gli equilibri in Consiglio Comunale non cambieranno, nessun personalismo o prese di posizioni immotivate, agiremo solo e soltanto per il bene di Martina Franca, cercando di collaborare in modo costruttivo come abbiamo sempre fatto: non chiederemo assessorati, sarà il Sindaco, verso il quale rinnoviamo come sempre la nostra fiducia e stima, a fare se lo vorrà le sue valutazioni» ha concluso.