19/10/20
paese istituzioni

Marco Di Maio: "Niente chiusure ma convivenza con il virus"

L'intervento del parlamentare di Italia Viva, pubblicato da "Il Corriere di Romagna", 19 ottobre 2020.

«Il rialzo dei contagi preoccupa tutti, ma bisogna tener presente che una chiusura generalizzata delle attività avrebbe effetti devastanti sull'economia e sulla vita delle nostre città. Bene che il Governo abbia già smentito la volontà di chiusura centri estetici e acconciatori, ma non possiamo che esprimere preoccupazione per la volontà di intervenire in modo massiccio sulle palestre». Lo afferma il parlamentare romagnolo Marco Di Maio (Italia Viva).

«Si rafforzino i controlli e si sanzioni pesantemente chi non rispetta le regole — afferma Di Maio —, ma non mettiamo in ginocchio piccoli imprenditori che oltre al crollo di fatturato hanno dovuto gestire anche le spese aggiuntive per la sanificazione degli ambienti, l'adeguamento alle norme anti-Covid e la revisione degli spazi. La risposta che va data alla seconda ondata di contagi non è la chiusura, ma la convivenza intelligente col virus: più tamponi, più controlli, più vaccini antinfluenzali, più personale dedicato, spazi alternativi dove assicurare ai positivi di svolgere il periodo di quarantena lontani da casa e in sicurezza, investimenti per garantire che le prestazioni sanitarie ordinarie continuino ad essere erogate».