territori cultura

Marco Di Maio: "Candidiamo Forlì e il suo territorio a capitale italiana della cultura"

L'intervento pubblicato da "il Resto del Carlino", 17 agosto 2022.

Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, ha proposto di candidare a patrimonio Unesco l'area di viale Libertà «per il suo assai rilevante valore architettonico». Per il deputato di Italia Viva, Marco Di Maio, è «un'idea suggestiva, anche perché l'architettura razionalista trova in Forlì - e nel suo comprensorio - qualcosa di unico. Non a caso, del resto, Forlì e altri comuni aderiscono ad Atrium, la rotta culturale europea dedicata alla valorizzazione dell'architettura razionalista. Una vocazione europea naturale, dunque, e se il sindaco deciderà di lavorare concretamente nella direzione proposta, non potrà che trovarmi e trovarci al suo fianco».

Tuttavia, «ritengo che per ambire a questo titolo serva un progetto ambizioso, capace di coinvolgere il territorio. Perciò credo sia propizio candidare Forlì e la provincia a capitale italiana della cultura. Un riconoscimento più abbordabile e per il quale è necessario elaborare un progetto culturale di valorizzazione del proprio patrimonio, delle professionalità, degli operatori culturali e delle associazioni attive sul territorio». Per raggiungerlo andrebbe realizzato «un progetto di vastissima portata», capace di unire Forlì e le sue grandi mostre con la Biblioteca Malatestiana di Cesena «fino ai tesori del nostro entroterra appenninico e molto altro».