08/04/21
lavoro paese

Mantova, crisi Corneliani, Bonetti e Colaninno: "L'accordo è il primo passo"

L'intervento della Ministra e del parlamentare di Italia Viva su "la Voce di Mantova" e sulla "Gazzetta di Mantova", 8 aprile 2021. 

«La firma dell'accordo delle parti interessate per la crisi della Corneliani è una notizia che offre una prospettiva per l'azienda e per Mantova. È un primo passo, che chiede ancora responsabilità e vigilanza da parte della politica, affinché questa nostra storica azienda, che oggi raggiunge l'obiettivo di sopravvivere, sia in grado di affrontare con un piano industriale serio le sfide del mercato».

Lo dichiarano in una nota la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, impegnata già dallo scorso luglio sulla vertenza, con il deputato di Italia Viva, Matteo Colannino.

«Il risultato di oggi è frutto di un lavoro di cooperazione che in questi mesi ha visto in prima fila i lavoratori, i sindacati e la stessa politica e tutte le parti coinvolte, uniti per far vivere l'azienda. Abbiamo accompagnato e seguito Corneliani in tutte le fasi della sua crisi, a partire dall'intervento presso l'ex Ministro Patuanelli, nel luglio scorso, per spostare il tavolo della crisi dal Mise a Mantova, con una prima disponibilità del governo a valutare l'ingresso dello Stato nell'azionariato. Siamo grati per questa decisione, che ha consentito all'azienda di arrivare attiva e operativa all'accordo trovato oggi, e esprimiamo un plauso sincero al ministro Giorgetti, che dai primi giorni del suo mandato ha raccolto le nostre sollecitazioni per arrivare in poche settimane ad un passo importante per Mantova. Adesso si arrivi davvero a sostenere tutte le famiglie, in particolare a quelle interessate dai 150 esuberi, per cui esprimiamo dispiacere e assicuriamo attenzione e vigilanza. Quelle che, dai nostri ruoli al governo e in parlamento, continueranno costantemente ad accompagnare Corneliani e i suoi lavoratori in tutte le fasi che attendono la vita dell'azienda», concludono Bonetti e Colaninno.