territori Infrastrutture

Mantova-Cremona, Colaninno a Fontana: "L'Autostrada? Prima il raddoppio"

L'intervento pubblicato da "la Gazzetta di Mantova", 25 settembre 2021. 

L'autostrada Mantova-Cremona? Una priorità regionale secondo il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, che ne ha parlato direttamente con il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini. E il raddoppio ferroviario lungo la Mantova-Milano, linea dei disagi quotidiani? Non pervenuto. «Senza escludere altri progetti, vorrei che ci fosse unità d'intenti tra Parlamento, Governo, Regione Lombardia e territorio sulla priorità numero uno, che è il raddoppio della ferrovia» scandisce il deputato Matteo Colaninno (Italia Viva).

Guai a mettere in contrapposizione i due progetti, rischiando che il disegno dell'autostrada, ancora in alto mare, rallenti quello del raddoppio del binario da Mantova fino a Codogno, già instradato. «Al finanziamento da 340 milioni di euro, già approvato, si sono aggiunti altri 165 milioni, previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza – ricorda Colaninno – e stiamo parlando di 500 milioni stanziati per un'opera di valenza strategica, che siamo riusciti a inserire tra le venti prioritarie d'Italia, ottenendo anche l'affidamento a un commissario per accelerarne i tempi di realizzazione. A che punto siamo? In attesa del via libera da parte della commissione del ministero per la Transizione ecologica. Intanto abbiamo in corso una serie di confronti con i sindaci coinvolti, per discutere delle varianti al progetto e delle opere compensative».

Il messaggio è per Fontana: «Gli chiedo di essere al fianco dei mantovani e dei cremonesi – incalza Colaninno – non è immaginabile che un progetto come quello per l'autostrada, ancora remoto, possa in qualsiasi modo interferire e nuocere al raddoppio ferroviario. Lo ripeto, parliamo di un`opera di valenza strategica, pienamente coerente con la domanda di sostenibilità, come dimostrano i 165 milioni inseriti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza. Insomma, abbiamo bisogno di tutto il sostegno e di ogni sinergia possibile».

La parola d'ordine è "unità", dai Comuni fino al Governo, passando per la Regione. «Non possiamo assolutamente rischiare di perdere nemmeno un centesimo di ciò che siamo riusciti a portare a Mantova, anche alla luce dei tempi da rispettare, secondo processi che fanno capo ad altre istituzioni – insiste l'onorevole Colaninno –  giacché l'unità è fondamentale anche per centrare l'obiettivo successivo, trovare i fondi per completare il raddoppio nella tratta Piadena-Codogno».

Insomma, autostrada sì o autostrada no? «Sono favorevole anche ad altre infrastrutture, ma la priorità è il raddoppio», conclude Colaninno.