16/12/20
paese

Magorno: "La politica ritorni alle idee"

La lettera ai sindaci calabresi pubblicata da "il Quotidiano del Sud", 16 dicembre 2020.

Ieri scrivevamo che i partiti minori del centrosinistra si sentono schiacciati da questo accordo fra Pd e M5s. Così ieri il senatore di Italia Viva ha scritto una lettera ai sindaci. Apparentemente di auguri di buon Natale in pratica sembra una stroncatura del tavolo voluto da Graziano. «Ancora una volta l'Istat - scrive Magorno - ci racconta di un Sud e di una Calabria densa di fragilità. Una Calabria spoglia di servizi e condannata alla marginalità, se è vero come è vero che il calo demografico è costante e assistiamo ognuno nelle proprie comunità a una fuga senza ritorno della nostra gioventù. A fronte di questo drammatico quadro, colpisce la boriosa inconcludenza e l'irresponsabile disinvoltura del ceto politico calabrese, in questi giorni impegnatissimo in vista delle elezioni regionali nel chiuso delle proprie stanze a giocare con il destino della nostra terra, senza produrre uno straccio di idea di riscatto, senza disegnare un ideale orizzonte di emancipazione e crescita, senza mai interrogarsi su responsabilità singole e collettive, ma strenuamente impegnato solo nella conservazione di se stesso e del proprio piccolo mondo antico».

«La Calabria terra bellissima, autentica e vera ha bisogno d'altro, merita altro e chiunque ricopra un ruolo pubblico, dentro ai partiti, le istituzioni, le associazioni di categoria, i sindacati, dovrebbe interrogare la propria coscienza e chiedersi se stia realmente fornendo un contributo alla causa, cosa debba fare di più per incidere in positivo nella vita della propria terra». «Si prenda esempio da papa Francesco - sostiene ancora Magorno - e dalla sua indomabile volontà di modificare i paradigmi del vivere».